Lombardia, la situazione delle mascherine dal 15 luglio in poi

Ordinanza Lombardia, dal 15 luglio cade obbligo mascherine all’aperto, purché si rispetti il distanziamento. Resta quello nei luoghi chiusi

Coronavirus
Covid (Getty Images)

Anche causa l’intensificarsi delle temperature estive, in Lombardia non ci sarà più l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto da mercoledì 15 luglio. Il governatore Attilio Fontana aveva introdotto l’obbligo scorso 4 aprile in piena pandemia Covid-19 ma ora è anche l’ultimo ad eliminare questa prescrizione.

Leggi anche —> Coronavirus, il bollettino del 13 luglio: i dati dell’epidemia

La disposizione – che sarà firmata ufficialmente domani – prevede però che i cittadini devono garantire il distanziamento sociale come è stabilito dalla normativa nazionale su tutto il territorio nazionale. Il nuovo decreto quindi in vigore da mercoledì prevede l’obbligo di indossare le mascherine solo nei luoghi chiusi ma aperti al pubblico come uffici, bar, ristoranti, negozi e supermercati. Il consiglio è però quello di portare con sé sempre la mascherina e l’igienizzante in caso non fosse possibile mantenere le distanze.

Leggi anche —> Coronavirus, il bollettino del 13 luglio: i dati dell’epidemia

La nuova disposizione è stata varata dopo che l’Indice Rt è tornato sotto quota 1. Da venerdì scorso la Regione Lombardia ha riaperto anche agli sport da contatto, come il calcetto, e ha dato il via libera al ballo nelle discoteche, purché all’aperto.

Attilio Fontana (GettyImages)
Attilio Fontana (GettyImages)

Sono alcune decisioni molto importanti se teniamo conto del fatto che la Lombardia è stata la regione italiana più colpita dal coronavirus e quella che ha registrato il maggior numero di vittime.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip e cronaca e spettacolo, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter