Bimbo ripreso a giocare con una bambola: Sono il papà, non la mamma

Bambino di 6 anni viene ripreso perché gioca con una bambola, lui replica spiazzando tutti: «Sono il papà, mica la mamma»

Coronavirus
(Foto dal web)

Si erano impressionati a vederlo giocare con una bambola. Un bambino di sei anni, a giocare con un oggetto tipico delle bambine. Poi il colpo che li spiazza: “Sono il papà, non la mamma”. Un fenomeno a sei anni. Ha spiazzato chi già aveva pensato.  Questa storia che riguarda  Giovanni di Roma, bambino di sei anni, è stata pubblicata sul gruppo Facebook “Guida senza patente”. Il gruppo è stato creato da un genitore, Daniele Marzano, in prima linea contro le discriminazioni di genere che descrive la difficoltà dell’essere genitore in certi casi. «Giovanni ha 6 anni e sta giocando con il suo Cicciobello. Passa un signore anziano lo guarda e gli dice: “Ma giochi con le bambole? Sei un maschio dovresti giocare con i soldatini”.

Leggi anche > Suicidio in diretta su Facebook

Bimbo ripreso mentre gioca con la bambola

vitamina coronavirus
Allergia (foto dal web)

Giovanni lo guarda negli occhi e non si scompone e regala una risposta da Oscar: “Sono il papà mica la mamma! Poche parole per spiazzare l’anziano e con lui il pregiudizio. Intanto, in merito alle discriminazioni di genere, esiste un rapporto che conferma che nessun paese al mondo ha raggiunto l‘uguaglianza tra uomo e donna. E’ il risultato di un rapporto delle Nazioni Unite. Il rapporto misura il modo in cui le credenze e le norme sociali ostacolano la parità di genere.

Leggi anche > Schianto frontale, muore bambino

Le regressioni e le altre conseguenze del lockdown sui bambini
Bambino che scrive (foto Pixabay)

L’indice considera quattro dimensioni: politica, istruzione e educazione, economia, integrità fisica. Addirittura il 91% degli uomini e l’86% delle donne mostrano di avere un pregiudizio verso l’uguaglianza di genere. Uno rapporto sorprendente nonostante i passi avanti fatti negli anni.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.