Carpisa chiede a Enac i danni per il divieto di imbarco dei trolley

La famosa società produttrice di valigeria tanto comoda quanto allegra, Carpisa, fa causa a Enac per i «danni causati dal divieto di imbarco dei trolley».

Carpisa chiede a Enac i danni per il divieto di imbarco dei trolley
Bagagli (foto Pixabay)

Carpisa, noto marchio di valigeria, facente capo al gruppo Pianoforte Holding, ha fatto causa all’Enac (Ente nazionale per l’aviazione civile) chiedendo il risarcimento dei danni causati dal divieto di imbarcare i trolley sugli aerei.

Il divieto, illegittimo secondo Carpisa, è in vigore dal 26 giugno al 15 luglio, in base a un provvedimento dell’Enac.

Il fatto è che la norma ha, secondo Carpisa, letteralmente bloccato un’importante fetta del suo business che si basa proprio sui trolley che la casa produttrice vende appositamente affinchè siano utilizzabili come bagagli a mano, cioè trasportabili nelle cappelliere sopra i psoti a sedere delle cabine.

Leggi anche —> Tutto quello che serve sapere sul bonus vacanze 2020

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Carpisa ha perso il 30% di fatturato a causa del Covid-19

Carpisa chiede a Enac i danni per il divieto di imbarco dei trolley
Aeroporto

Gianluigi Cimmino, ceo di Pianoforte Holding, gruppo che convoglia Yamamay e Jaked oltre che Carpisa, in un’intervista pubblicata su Il Sole 24 ore, ha posto l’accento non solo sulla non doverosità del provvedimento, non necessitato da alcuna norma di legge nemmeno emergenziale, ma anche sulla sua inutilità in quanto avrebbe provocato assembramenti evitabili per ritirare i bagagli posti in stiva.

Inoltre, il settore è entrato in una crisi molto forte a causa della pandemia data la riduzione degli spostamenti e degli acquisti riconnessi. Da marzo Carpisa ha perso, sempre in base a quanto dichiarato da Cimmino, il 30% del proprio fatturato.

A ciò si è aggiunto il provvedimento Enac, che per la cronaca è stato revocato, e che avrebbe colpito una larga fetta del business di Carpisa. Infatti, Cimmino parla addirittura del 40% della produzione.

Carpisa chiede a Enac i danni per il divieto di imbarco dei trolley
Uomo con la valigia (foto Pixabay)

Leggi anche —> Voucher: tutte le novità con la conversione del decreto rilancio