Riccardo Scamarcio a nudo: “Ecco cosa volevo fare da bambino”

Riccardo Scamarcio in un’intervista si racconta a tutto tondo e svela che oltre a voler fare l’attore il suo sogno era anche un altro

Riccardo Scamarcio
GettyImages

Da bambino voleva fare il contadino, ma non solo. Oggi è uno degli attori più belli e affermati del cinema italiano. Lui è Riccardo Scamarcio che in un’intervista al Corriere della Sera si è raccontato come non mai.

Lui da piccolo sognava di diventare agricoltore ma anche attore, ha rivelato il bello che ha trovato il successo con Tre metri sopra al cielo. Motivo questo per il quale lui stesso ha spiegato ama chiamarsi “lo zappatore”.

Un sentimento e una passione che non ha mai perso, lui che da uomo del Sud, appena può torna nella sua Puglia. È qui che ha trascorso tutto il lockdown e non si è certo riposato. “Io l’ho vissuto in campagna in Puglia, in solitudine – ha detto – Sono quasi sempre in lockdown. Faccio l’idraulico, il falegname, l’elettricista. Ho un’azienda agricola”. Un uomo dalle mille doti Scamarcio che ha rivelato anche di aver costretto tutti a “rapporti più sinceri, a fermarsi e a guardarsi, anche perché non ti potevi muovere”.

La sua città Andria l’ha lasciata da giovane anche se in realtà non l’ha mai abbandonata. La ricorda ancora quando è partito per trasferirsi a Roma. Uno Scamarcio molto giovane che si è lasciato alle spalle una città “a metà strada fra la Thailandia e il Messico, il caos, il mare, il sole che brucia, le discoteche di notte” ha detto. Ma nonostante il tempo lui non si sente cambiato, resta “il ragazzo con la bella faccetta” come lo definivano all’inizio anche se oggi l’attore ed ex di Valeria Golino è arrivato alla soglia dei 40 e strada da quando ha iniziato ne ha fatta.

LEGGI ANCHE –> Bianca Atzei in costume mostra tutte le sue forme, boom di like – FOTO