Usa, muore 38enne: “Non compro la mascherina, il Covid-19 è una finzione”

Un uomo 38enne è morto negli Usa a causa del Covid-19: a suo avviso il virus non era così pericoloso come dicevano le istituzioni.

Protezione Civile
(Getty Images)

Non tutti sono concordi sull’origine del Sars-Cov2, sul suo tasso di mortalità, sui numeri dei contagi. Alcuni neppure ritengono che sia così pericoloso come riferiscono tutte le autorità dell’intero pianeta. Tra questi il 38enne Richard Rose il quale, purtroppo, non solo è stato infettato, ma è anche deceduto a distanza di pochi mesi.

Leggi anche —> Usa, Donald Trump: per la prima volta utilizza in pubblico la mascherina

USA, 38enne muore a causa del Covid-19: aveva sottovalutato il virus

Let make this clear. I’m not buying a fucking mask. I’ve made it this far by not buying into that damn hype.

Gepostet von Richard Rose am Dienstag, 28. April 2020

Una leggerezza che è costata la vita al 38enne Richard Rose quella di ritenere che il Sars-Cov2 non fosse così pericoloso come invece sostenuto dall’intera comunità scientifica mondiale. L’uomo, un ex militare dell’Ohio in USA, dopo aver contratto il Covid-19 è deceduto lo scorso 4 luglio a neppure 3 mesi dalla scoperta della sua positività.

Stando a quanto riportano i media locali e la redazione dell’Indipendent, l’uomo verso la fine del mese di aprile aveva iniziato a pubblicare sul proprio profilo messaggi in cui affermava che non avrebbe acquistato una mascherina e soprattutto che la storia della pandemia era tutta una finzione. “Sono chiaro: non acquisterò una mascherina. L’ho deciso perché questo storia della pandemia è tutta una finzione. Stop alla negatività, sono esausto di tutti questi spot sul Covid“.

Rose viveva in Ohio, l’unico stato americano che per decisione del proprio governatore aveva imposto il lockdown pur non essendosi registrati casi di contagio. Terminato il periodo del “restate a casa”, il 38enne aveva deciso di riprendere in mano la sua vita sociale, e quindi avrebbe, in diverse giornate, deciso di concedersi momenti di riposo e tranquillità.

Purtroppo lo scorso mese l’ex militare è risultato positivo al Covid. Il tampone è stato eseguito su di lui allorquando avrebbe iniziato a manifestare i tipici sintomi. A comunicare il risultato del test lo stesso Rose tramite il proprio profilo Facebook. “Sono ufficialmente in quarantena per i prossimi 14 giorni: positivo. Mi dispiace perché avevo appena assunto un nuovo incarico lavoro“. Il suo quadro clinico è ben presto degenerato e sempre sulla sua pagina Rose scrisse: “Il Covid fa schifo, non riesco a respirare!“.

Leggi anche —> Usa, prosegue l’emergenza Covid-19: oltre 60mila contagi in un giorno

This covid shit sucks! I’m so out of breath just sitting here.

Gepostet von Richard Rose am Donnerstag, 2. Juli 2020

Lo scorso 3 luglio il 38enne pubblicava il suo ultimo messaggio in cui rendeva note le sue condizioni di salute, poi è sopraggiunto il decesso. Nick Conley, suo amico si è detto addolorato per la perdita, ma ha anche affermato adesso di essere in pensiero per l’atteggiamento superficiale dell’uomo che potrebbe aver contagiato un numero indefinito di persone.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.