Dieta ayurvedica, cos’è e come funziona

All’interno del calderone delle diete estive, dopo il boom di quella intermittente che sembra stia spopolando dopo il lockdown per perdere velocemente peso, c’è anche quella ayurvedica. Ma in cosa consiste e come funziona?

Dieta ayurvedica (GettyImages)
Dieta ayurvedica (GettyImages)

L’alimentazione svolge un ruolo primario per mantenere un buon equilibrio tra mente e corpo: su questo principio si basa il regime alimentare chiamato dieta ayurvedica (ayur-veda significa “scienza della vita”), a sua volta ispirato all’omonima medicina di origine indiana.

Secondo la tradizionale alimentazione indiana in ogni persona sono presenti tre differenti Dosha (Vata-aria, Pitta-fuoco, Kapha-terra) ovvero tre differenti principi metabolici da cui risulta la costituzione di ciascun individuo. E’ dal loro equilibrio che dipende il nostro stato di salute ma bisogna considerare anche che normalmente uno dei tre Dosha è dominante e sapere di quale si tratta è fondamentale per iniziare a seguire un’alimentazione più in linea con la nostra costituzione fisica.

LEGGI ANCHE -> Le proprietà benefiche del basilico: attenzione ai rischi

Anche attraverso l’alimentazione, quindi, è possibile favorire l’equilibrio tra le tre energie vitali purché i cibi vengano assunti nelle giuste proporzioni e siano privilegiati abbinamenti salutari, soprattutto se l’obiettivo è perdere peso o contrastare la ritenzione idrica.

La filosofia Ayurveda sostiene che a ciascuna delle tre energie vitali corrisponde una specifica fisionomia umana, tenendo conto delle caratteristiche fisiche e della personalità: quindi ciascuna di queste tipologie dovrebbe beneficiare di un’alimentazione specifica.

Dieta ayurvedica, come funziona

Dieta ayurvedica (Web)
Dieta ayurvedica (Web)

Capire quale è il Dosha dominanti è la chiave per un’alimentazione corretta e per restare in salute. Vediamoli insieme.

Vata. Corrisponde a spazio e aria, Dosha del movimento. Le sue qualità sono freddezza, secchezza, leggerezza, ruvidezza. Chi ha un’energia Vata è un tipo creativo ma spesso molto stressato e ansioso, di costituzione abbastanza esile, mangia poco quando è sotto stress. Pelle secca, capelli e occhi scuri, hanno le mani e i piedi tendenzialmente freddi.

Pitta. Corrisponde a fuoco e acqua, Dosha della trasformazione. Le sue caratteristiche sono caldo, mobilità, levigatezza, fluidità. Pelle delicata con nei e lentiggini, capelli chiari o ramati, Raggruppa persone intelligenti e gioiose, corporatura normale ma tendono a ingrassare.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Kapha. Corrisponde a acqua e terra, Dosha della coesione. Le sue qualità sono freddezza, umidità, pesantezza, morbidezza. Amorevoli e pazienti, corporatura robusta, capelli scuri e occhi chiari, perdono peso con difficoltà e rischiano di ingrassare soprattutto per la fame nervosa. Amano la sedentarietà, carattere stabile e forte impulso sessuale.

A ciascun Dosha corrisponde quindi una serie di cibi benefici ma anche un gruppo di alimenti da evitare. Per i Vata sono ammesse zuppe e piatti salati ma anche dolci, ma bisogna dire no agli alimenti astringenti e crudi. I Pitta possono consumare cibi freddi, frutta e verdura ma anche latticini, evitando invece troppa carne rossa, caffè e alcolici. Come abbiamo visto ad essere maggiormente esposto ai problemi di sovrappeso è l’individuo Kapha che deve rinunciare ai grassi, ai fritti, ai dolci preferendo una cucina leggera e ricca di verdure fresche.

Note generali per tutti i Dosha

Dieta ayurvedica (GettyImages)
Dieta ayurvedica (GettyImages)
  • Bere molto, almeno due litri di acqua al giorno;
  • Evitare le bevande gassate, troppo zuccherine e fredde: meglio le tisane tiepide, acqua aromatizzata allo zenzero per favorire la depurazione dell’organismo;

LEGGI ANCHE -> Ansia e stress: la dieta rigenerante per un’estate più tonica

  • Condire i cibi con due cucchiai di olio vegetale al giorno (di oliva, mais o di girasole) abbondando con le spezie, soprattutto curcuma, pepe nero, peperoncino e noce moscata in grado di velocizzare il metabolismo;
  • Consumare i cibi prevalentemente crudi oppure, se è necessaria la cottura, consumarli immediatamente evitando le lunghe conservazioni per evitare che i nutrienti vadano persi.
dieta consigli
Dita ayurvedica (foto dal web)

Importante: ricordiamo che il fai da te è sempre sconsigliato, dato che questa alimentazione non è facile da seguire è bene rivolgersi a un esperto o a un medico ayurvedico.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter