17 Luglio, Giornata Mondiale delle Emoji. Le festa delle faccine a tema

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Esiste un sito che le raccoglie tutte. Si chiama Emojipedia. Il suo fondatore, Jeremy Burge, ha istituito il 17 luglio La Giornata Mondiale delle Emoji.

Il Coronavirus ha “infettato” anche questo mondo. Per sensibilizzare le persone sulle misure di sicurezza sono sorte nuove piccole immagini che invitano a lavarsi le mani, ad usare la mascherina. Facebook ha introdotto “l’abbraccio” virtuale in un momento in cui quello fisico è assolutamente da sconsigliare.

Sono state programmate future emoji per l’autunno 2020. Quelle previste per il 2021 subiranno uno slittamento all’anno successivo. Tra i pittogrammi nuovi vedremo:  i polpastrelli uniti nel gesto “ma che vuoi?” (tipico italiano famoso nel mondo), l’allattamento con biberon, la bandiera transgender e tanti nuovi oggetti, cibo e animali.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Quali sono le emoji più utilizzate? Al primo posto occhioni languidi, pieni di lacrime. Il cuore rosso è sempre un evergreen e al terzo posto  la faccina che ride a crepapelle. Segue l’emoji del fuoco. Poi la faccina circondata da piccoli cuoricini e quella con le stelline al posto degli occhi.

LEGGI ANCHE –> Test psicologico | scopri le tue vere paure | cosa temi davvero? FOTO