Bergamo e Brescia, capitali della cultura 2023. Decisione presa in Senato

Bergamo e Brescia saranno le capitali della cultura per l’anno 2023. La decisione è stata presa in Senato con il Decreto Rilancio

Bergamo e Brescia
Bergamo e Brescia – Foto dal Web

Un segnale fortissimo di rinascita quello dettato dal Parlamento Italiano. Voglia di valorizzare e far tornare in auge le zone più colpite dalla pandemia da Coronavirus e di donare speranza e nuovi stimoli ai cittadini.

Bergamo e Brescia saranno così le capitali delle cultura per l’anno 2023. La decisione è stata presa in Senato a seguito del Decreto Rilancio.

La ministra per le Pari Opportunità Elena Bonetti ha dichiarato come queste due città, unite dalla sofferenza, siano state premiate per lo spirito di alleanza, per la ricchezza di storia e bellezza. Il valore della cooperazione e della solidarietà sono elementi fondamentali per iniziare a  ricostruire l’Italia del futuro.

Il sindaco di Brescia, Emilio Del Bono, ha affidato alla sua pagina Instagram tramite un video, il suo sentimento di entusiasmo.

Leggi anche >>> BERGAMO, ASPETTATIVA DI VITA TORNA QUELLA DI 20 ANNI FA PER VIA DEL COVID-19

Bergamo e Brescia, capitali della cultura 2023. Le parole di Gori

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Adesso è ufficiale, Brescia e Bergamo saranno capitale della cultura 2023.

Un post condiviso da Emilio Del Bono (@emiliodelbono_sindaco) in data:

Grande soddisfazione espressa anche dal sindaco di Bergamo, Giorgio Gori. Al quotidiano Bergamo News affida le sue parole cariche di soddisfazione:  “Dobbiamo rimboccarci le maniche, tutti guarderanno verso di noi. Ci serviva un motivo per ripartire più carichi di prima, ci faremo trovare pronti.”

Gori spiega inoltre che il dossier con le proposte dovrà essere pronto entro gennaio 2022. C’è tutto il tempo per programmare un futuro scintillante per le due città. Si dovrà puntare soprattutto  alla riqualificazione dell’aeroporto di Bergamo, porta di accesso in Italia per numerosi turisti.

Le due città, sinergicamente unite, sono cariche di storia. La cultura potrebbe essere la giusta “cura” per riportare la situazione alla serenità che i cittadini meritano.

Leggi anche >>> BENEDETTA GORI, CHI È LA FIGLIA DI CRISTINA PARODI E GIORGIO GORI