Una donna sviene ma nessuno l’aiuta per paura di contrarre il coronavirus

È successo in Spagna, dove una donna è svenuta per strada ma nessuno le ha dato aiuto per timore di contrarre il Covid-19

donna sviene
donna sviene (foto dal web)

Succede a Granada in Andalusia, al Sud della Spagna. Una donna è svenuta ed è caduta per terra ma i passanti hanno “pensato bene” di non soccorrerla per paura di contrarre il Covid-19, pensando che la povera malcapitata potesse essere infetta. Tutti hanno aspettato che arrivasse l’autoambulanza a soccorrere la donna. È stato diffuso anche un filmato in cui è palese il problema di questi mesi di lockdown e paura del Covid-19: la diffidenza nei confronti di qualsiasi persona che sta male per paura di contagiarsi senza nessuna certezza di un vero virus.

LEGGI ANCHE -> Addio a John Lewis, un’icona dei diritti civili che marciò con Martin Luther King

Nessuno ha soccorso la donna mentre sviene ma tutti hanno ripreso la scena da lontano con la fotocamera dei propri smartphone

donna svenuta a Granada
donna svenuta a Granada (foto dal web)

Nessun passante ha tentato di aiutare la donna svenuta a terra ma tutti hanno preferito restare lontani e riprendere con la fotocamera dei propri smartphone la scena della povera signora stesa per terra senza sensi. Nel video si sentono le voci dei presenti: “Meglio non toccarla, meglio aspettare che arrivi l’ambulanza”. Sarebbe voluto davvero pochissimo per aiutarla: bisognava metterla in posizione supina e alzarle le gambe. Sul posto sono giunti poi un’ambulanza e una pattuglia della polizia locale. La donna, che ora è in ottime condizioni di salute, è stata prima rianimata ma poi ha cercato di opporre resistenza agli operatori. Portata poi in ospedale, è stata visitata.

LEGGI ANCHE -> Giuseppe Conte da Bruxelles: Non siamo disposti ad accettare compromessi

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

In Spagna ci sono stati 249mila casi di contagio da Covid-19 con 28.416 persone decedute.