Vite al Limite. Il commovente percorso di Christina Phillips, 290 chili

Vite al Limite. La trasmissione in onda sul canale 31, Real Time, mostra il difficile percorso di rinascita di persone affette da obesità patologica

Vite al Limite
Vite al Limite Christina – Foto dal web

Il titolo originale della trasmissione Vite al Limite, in onda in Italia sul canale Real Time, è My 600-lb Life ( La mia vita con 600 libbre, cioè circa 300 kg.).

Trecento chili. Questo è il peso medio dei pazienti che arrivano alla clinica di Houston dove opera il dottor Nowzaradan, chirurgo bariatrico, spesso visto come l’ultima speranza per gli obesi patologici .

Oggi vi vogliao raccontare la storia di una giovanissima ragazza, Christina Phillips, apparsa nella quinta puntata della seconda stagione della popolare trasmissione televisiva.

Era arrivata all’incredibile peso di 290 kg. La sua vita? Un incubo. Non poteva fare letteralmente nulla se non stare sdraiata a guardare la tv. Dipendente in tutto e per tutto dalla famiglia. Non aveva più intimità o un rapporto sano con il marito.

Il suo peso era diventato una corazza che la schermava da ogni cosa potesse darle davvero soddisfazione.

Vite al Limite

La scelta d’incontrare il dottor Nowzaradan ha cambiato tutto il suo mondo. Non è stato facile per lei. Tutte le sue abitudini sono state totalmente stravolte ma la determinazione e la grande forza di volontà le hanno concesso di ottenere il suo sogno.

Dopo aver perso i chili iniziali, il medico iraniano-americano l’ha sottoposta ad intervento di bypass gastrico. Questo le ha concesso di perdere nei primi 12 mesi di cura 113 kg, arrivando al peso di 177 kg.

Ma la strada di Christina non si è interrotta qui. E’ diventata irriconoscibile. Volete vederla? Cliccate su “Successivo”

Leggi anche >>> VITE AL LIMITE. E’ ANCORA VIVA O NO? LO STRANO CASO DI PENNY SAEGER