Coronavirus, tra party e aperitivi salgono i contagi. 40 isolati in Alto Adige

Coronavirus. Gli allentamenti delle scorse settimane e il rallentamento dei contagi hanno fatto dimenticare le pracauzioni a qualcuno causando gravi danni

Coronavirus
Party – Unsplash

Un’intera famiglia in Trentino Alto Adige, in Val Badia, era stata posta in stato di quarantena forzata dopo che il figlio di 24 anni era stato trovato positivo al Covid19.

Nonostante le raccomandazioni, il bombardamento mediatico, le opere di sensibilizzazione e (dato più esplicativo di tutti) le notizia di migliaia di morti in tutto il mondo, il giovane ha ben pensato che non fosse assolutamente un problema continuare ad andare in giro a condurre normalmente la sua vita.

Ha partecipato a party di laurea in un rifugio a Corvara. E’ stato visto nei giorni successivi anche in vari locali, ovviamente senza mascherina. Ha così costretto all’isolamento altre 40 persone. I genitori? Di certo la mela non cade lontano dall’albero. Hanno svolto le loro attività di routine in una falegnameria ed in una struttura ricettiva. Almeno loro due non erano risultati positivi al tampone, al contrario del figlio.

Per questo motivo e per altri casi simili, sono molti a richiedere il trattamento sanitario obbligatorio per tutti quelli che presentano i sintomi e non si sottopongono ai dovuti controlli e cure.

A Vicenza un imprenditore che presetava tutti i sintomi ha avuto il pensiero illuminante di partecipare a una festa e a un funerale. L’epilogo? Lui in rianimazione, positivo al Coronavirus e 90 persone che hanno avuto rapporti con l’uomo costrette in quarantena.

Sul litorale romano, a Ostia, un cittadino bengalese dipendente di un lido è stato trovato positivo. Stabilimento chiuso per sanificazione, gestori e altri lavoratori in quarantena (seppur risultati negativi); i coinquilini del bengalese invece sono contagiati.

Leggi anche >>> FRANCO LOCATELLI (CSS), MESSAGGIO AI GIOVANI: “DIVERTITEVI, MA NON FATE QUESTE COSE”

I dati recenti del Coronavirus in Italia

Covid-19 coronavirus stati uniti
Cellule Covid-19 (Getty Images)

Salgono i casi in tutta Italia. Solo 3 regioni su 20 non hanno avuto nuovi infetti: Valle d’Aosta, Molise e Basilicata.

Nel resto del Paese, l’estate e la voglia di riappropriarsi della libertà dopo il lockdown stanno facendo dimenticare le norme sancite dal governo causando gravi danni.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Ragazzi e mascherina
Ragazzi e mascherina (Getty)

I contagi in totale sono 244.216 e si riscontrano altre 14 morti rispetto al giorno precedente, 10 delle quali in Lombardia. 35.042 sono le  vittime contate fino ad ora. Sono ancora positive 12.368 persone mentre i guariti sono 196.806.

Leggi anche —> Covid-19, rischio concreto di seconda ondata di infetti in autunno