Covid-19, rischio concreto di seconda ondata di infetti in autunno

Come sottolineato in un’intervista dal Professor Silvestri, in autunno, le possibilità di una nuova ondata di contagi da Covid-19 è molto concreta

Covid-19 Silvestri
(Getty Images)

Le parole del virologo Silvestri risuonano come un campanello d’allarme per la popolazione italiana, che già si prepara ad ospitare una nuova, possibile ondata di contagi da Covid-19.

Già dal principio del periodo estivo, il Covid-19 aveva iniziato a scoprire i lati negativi della sua misteriosa attitudine. Il mancato ambientamento e il conseguente mutamento della malattia al contesto climatico hanno sopito gli ammutinamenti di inizio Marzo. Anche se l’Italia ancora tutt’oggi presenta focolai di gruppo da Covid-19, sparsi per l’intero Paese.

Fortunatamente non si tratta di un momento felice per la malattia e dunque il cielo è ritornato a splendere sereno nei reparti di terapia intensiva, quasi del tutto svuotati di pazienti con difficoltà respiratorie estreme.

“Ma non dobbiamo abbbassare la guardia, perchè il nuovo passaggio dalla fase di contenimento a quella di avanzamento del virus può essere davvero un attimo” – così il virologo Guido Silvestri “prepara” il Paese ad affrontare il nemico: vediamo come, cliccando su SUCCESSIVO!

LEGGI ANCHE —–> Covid-19, attenzione a questi sintomi nuovi: lo studio