Covid-19 importantissima scoperta su fronte cura e vaccino

La Columbia University di New York avrebbe isolato dei super anticorpi in grado di stoppare il Covid-19: a breve si conosceranno gli effetti sull’uomo.

Laboratorio virus
(Getty Images)

Proseguono senza soluzione di continuità le ricerche sul Covid-19. La scienza sta compiendo passi da gigante, dal vaccino alle possibili cure; l’intera comunità scientifica è a lavoro per contenere il coronavirus. L’ultima buona nuova, giunge dalla Columbia University di New York. Un team di ricercatori avrebbe, infatti, isolato due super anticorpi. Lo studio è stato pubblicato sulla nota rivista specializzata Nature.

Leggi anche —> Zangrillo | duro sfogo a La7 | ‘Ora vogliamo la verità sul virus’

Columbia University, scoperti due super anticorpi che combattono il Covid-19

Laboratorio
(Getty Images)

Una svolta in ambito Covid-19, sia sul vaccino che sulla cura, quella frutto dell’immane sforzo e lavoro di un team di esperti della Columbia University di New York. Gli scienziati di oltreoceano avrebbero, infatti, isolato due super anticorpi che sarebbero risultati validi su entrambi i fronti. La ricerca, pubblicata sulla nota rivista Nature, ha riguardato l’efficacia degli anticorpi su di un campione animale, ma a breve dovrebbero essere noti quelli dei test effettuati sull’uomo. Questi ultimi, dovessero restituire il medesimo risultato, determinerebbero una vera e propria scoperta determinante.

I super anticorpi sono stati prelevati da soggetti affetti da Covid-19 e si sono mostrati sorprendentemente efficaci nella lotta al virus. Sarebbero, hanno spiegato gli scienziati che hanno condotto la ricerca, ben 61 anticorpi monoclonali neutralizzanti isolati da 5 soggetti affetti da una forma aggressiva.

Di questi 61 ben 19, tramite l’analisi in provetta hanno stoppato il virus. A loro volta sarebbero 9 quelli selezionati, in quanto avrebbero mostrato una super potenza.

Gli studi sul vaccino: Oxford vicina al grande traguardo

Proseguono, intanto, i test sul vaccino sviluppato dall’Università di Oxford in collaborazione con l’italianissima Irbm. Al momento, i risultati sembrerebbero promettenti. Stando ai riscontri avuti dai 1.077 volontari che si sono sottoposti al trial il vaccino avrebbe dato una grande risposta. I risultati, pubblicati su Lancet, mostrano una reazione efficace contro il virus.

Gli esperti hanno aggiunto che con una seconda inoculazione è possibile che i riscontri siano ancor più ampi. Una circostanza rilevata a seguito dell’assoggettamento a doppia dose di un sottogruppo del campione.

Leggi anche —> Coronavirus, Lamorgese si appella ai giovani: indossate la mascherina

tumore scoperta
laboratorio (getty images)

Parole cariche di orgoglio quelle di Andrew Pollard, scienziato del team di Oxford. Il professore ha affermato che i risultati sarebbero molto promettenti. Ha aggiunto, inoltre, che la risposta fornita dal vaccino potrebbe essere anche di carattere protettivo contro il virus.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.