Grave schianto, tragedia familiare: 2 morti

Il grave schianto si è verificato nel Biellese ieri pomeriggio. Le vittime sono zia e nipote accumunati da un tragico destino

Grave schianto
Jack e sua zia Nicoletta

Un grave incidente si è verificato ieri nel Biellese, a Salussola. A perdere la vita zia e nipote che praticamente erano come madre e figlio.

Sono Jack Botsio e sua zia Nicoletta. I due, con Jack alla guida, viaggiavano a bordo di una vecchia Fiat Seicento e lo scontro frontale con un’altra auto è stato per loro fatale. In direzione opposta è arrivata, infatti, una Fiat 500L, poi il forte impatto che ha reciso sul colpo la vita della zia.

Il giovane, invece, ha lottato fino al suo arrivo all’ospedale di Novara ma non ce l’ha fatta. I soccorsi sono stati immediati e il trasporto è avvenuto in eliambulanza ma non c’è stato purtroppo nulla da fare per Jack. Anche la donna di 59 anni che si trovava alla guida della Fiat 500L, si è ferita in modo grave nell’impatto. Per lei i medici non hanno ancora sciolto la prognosi.

Le due utilitarie si sono scontrate subito dopo una curva. Le cause dello scontro sono tutte da verificare, ma per ora si ipotizza una distrazione e la velocità troppo elevata che non ha consentito di tenere a bada i veicoli.

La polizia municipale sta facendo gli accertamenti del caso e vuole capire se uno dei due conducenti fosse al telefono al momento dell’impatto e per questo possa esser invaso l’altra carreggiata, già molto stretta.

Leggi anche —> Non arriva l’acqua ai campi, per protesta scarica letame davanti al Comune

Grave schianto, per Jack e sua zia un fatale destino

Grave schianto
Le immagini dei soccorsi (foto dal web)

Per Jack Botsio e sua zia Nicoletta il destino è stato davvero fatale. Gli incidenti hanno scandito e cambiato drasticamente le loro vite. Quando il giovane era molto piccolo, infatti, i suoi genitori sono morti in un tragico incidente stradale nel Biellese. Lui non aveva compiuto ancora nemmeno due anni e così rimasto orfano è cresciuto insieme a sua zia Nicoletta, sorella di sua madre, che lo ha allevato come se fosse suo figlio.

Sono passati 25 anni da quel tragico incidente e zia e nipote sono diventati le vittime di un altro brutto incidente sempre nel Biellese. Zia e nipote vivevano a Cavaglià, proprio nel Biellese, ed erano conosciuti da tutti che sapevano bene il dramma che la famiglia aveva vissuti 25 anni fa.

Leggi anche —> Coppia gay | bacio in spiaggia | bagnante la minaccia

Eliambulanza
Eliambulanza (foto dal web)

Jack e Nicoletta erano molto legati e le loro foto compaio anche sul profilo Facebook del ragazzo. A chi sotto commenta e gli chiede chi sia la signora che lo abbraccia, la risposta arriva direttamente dalla zia che ironicamente scrive: “La sorella minore, non è ovvio?”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.