Bimbo morto nel pozzo a Gorizia, il piccolo Stefano amato da tutti: «Rinunciò a gol per soccorrere portiere»

Bimbo morto nel pozzo, lutto per il piccolo Stefano Borghes

bimbo morto nel pozzo
Il pozzo nel parco Coronini Cromberg a Gorizia (foto dal web)

Proclamato il lutto cittadino a Gorizia per la scomparsa del piccolo Stefano, che era amato da tutti. Giocava a calcio nella squadra esordienti della U.S. Azzurri d’Italia, come attaccante. Aveva ricevuto, insieme a un suo compagno di squadra, un premio Fair Play per avere rinunciato a fare un gol, a dicembre, contro l’Aris San Paolo, per soccorrere il portiere avversario infortunato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, ferimento della piccola Noemi: condannato l’autore della sparatoria

bimbo morto nel pozzo
Stefano Borghes (foto dal web)

Un gesto per il quale era benvoluto da tutti, lo ha ricordato anche la Lega Nazionale Dilettanti con un post su Facebook. La famiglia e tutti i suoi amici adesso attendono che vengano fatte chiarezza e giustizia sulla sua morte, che resta assurda.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter