Carabinieri arrestati, nella caserma di Piacenza anche un’orgia

Carabinieri arrestati, nella caserma di Piacenza anche un’orgia. C’è un intercettazione pubblicata: Due donne nell’ufficio del Comandante, forse due escort

Uccide i genitori
(foto dal web)

Da un’intercettazione pubblicata da Leggo emergono dei nuovi scenari sul grave sequestro della caserma dei carabinieri di Piacenza con arresto di sei militari. Dall’intercettazione si evince che ci sarebbe stata anche un’orgia in caserma, probabilmente con due escort. Ecco il testo pubblicato dello stralcio delle intercettazioni: “I due carabinieri parlavano di un collega in onore del quale, forse in concomitanza con una ricorrenza, era stata organizzata una serata all’interno della caserma alla presenza di due donne, presumibilmente escort, con le quali erano stati consumati rapporti sessuali. “Nelle intercettazioni  – si legge – Giuseppe Montella parlava di un’orgia nell’ufficio del Comandante, dove si era creato un tale scompiglio che le pratiche erano state sparpagliate a terra”.

Leggi anche > Moto contro camion, tragedia

Carabinieri arrestati, ultime rivelazioni

austria 64enne tragedia
Carabinieri (Getty Images)

Se ciò fosse confermato, non si registrano reati per condotte simili, ma dalla descrizione si percepisce il totale disprezzo per i valori della divisa indossata dagli indagati. Qualcosa di incredibile, un susseguirsi di reati in un luogo dove i cittadini dovrebbero sentirsi al sicuro. Del resto, mai nella storia c’era stato un sequestro di una caserma dell’Arma dei Carabinieri. Se i fatti fossero tutti confermati da una sentenza definitiva, si tratterebbe di qualcosa che danneggia l’immagine dell’Arma e del paese e va a minare la fiducia dei cittadini verso le istituzioni.

Leggi anche > Virus, c’è ancora

controlli
Carabinieri (Getty Images)

In una fase in cui il paese sta cercando di recuperare l’immagine e la fiducia nella terribile vicenda della gestione dell’emergenza sanitaria ed economica che ne consegue. In un momento in cui anche in Europa sembrano guardare con più fiducia all’Italia.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter