Shi Zhengli: “Il Covid non è partito da Wuhan, Trump chieda scusa”

La virologa Shi Zhengli alla rivista Science ha spiegato che il SARS-CoV-2 è stato forse originato dai pipistrelli, non crede nel passaggio a Wuhan

Shi Zhengli (foto dal web)
Shi Zhengli (foto dal web)

Shi Zhengli, 56 anni, virologa cinese con Ph.D all’università di Montpellier in Francia, soprannominata Bat Woman per gli studi sui pipistrelli che conduce da oltre 15 anni, è stata intervistata dalla rivista Science: “Le affermazioni del presidente Trump che il SARS-CoV-2 è sfuggito dal nostro istituto contraddicono totalmente i fatti, danneggiano il nostro lavoro accademico e la nostra vita personale. Il presidente Trump ci deve le sue scuse”.

Le risposte di Shi Zhengli a Science sono state coordinate con l’Accademia cinese delle scienze, ha detto la rivista. E ci sono voluti due mesi.

Leggi anche —> Andrea Crisanti, seconda ondata dell’epidemia: “Problemi già ad agosto”

Ad oggi il Covid ha contagiato 16.199.447 persone nel mondo, uccidendone 648.403, però il virus politico si è diffuso anche nel dibattito scientifico. La scienziata dice di aver scoperto con i suoi colleghi a Montpellier il nuovo virus alla fine del 2019, in pazienti con una polmonite di origini sconosciute. “Prima di allora, non eravamo mai stati in contatto con il virus, né lo avevamo studiato, né eravamo a conoscenza della sua esistenza”.

La dottoressa Shi crede che “il SARS-CoV-2 è stato molto probabilmente originato dai pipistrelli. Può aver subito un’evoluzione in uno o più ospiti intermedi, essersi adattato all’uomo e alla fine essersi diffuso nella nostra specie. Comunque, resta ancora da determinare quale sia stato l’ospite intermedio e come il virus sia passato all’uomo”.

Coronavirus
Coronavirus (Getty Images)

Domanda di Science, che aveva inviato a Shi Zhengli le domande oltre due mesi fa ma che ha ricevuto risposta solo il 15 luglio: è possibile che un pipistrello abbia infettato qualcuno a Wuhan? In caso contrario, dove può essere accaduto? Che cosa pensa della teoria secondo cui persone infette che vivevano vicino a miniere abitate da pipistrelli abbiano portato il contagio a Wuhan?

Leggi anche —> Covid-19, il professor Alberto Zangrillo: “Serve ottimismo”

Risposta: “Ci sono solo due possibilità per la trasmissione tra specie animale e umana. La prima è che il virus sia passato direttamente da un pipistrello a un uomo, l’altra è che sia servito un ospite intermedio. Per il SARS-CoV-2, anche se la prima ipotesi non è da escludere, la probabilità è molto bassa. Tendo a sostenere il secondo scenario. Dove il passaggio tra animali intermedi sia avvenuto non è ancora stato scoperto scientificamente. Sappiamo dalla storia, come quella dello HIV che i luoghi dove sono scoppiate le grandi malattie di solito non sono gli stessi in cui sono originate, vale a dire non sono quelle dove è accaduto lo spillover”.

Shi Zhengli, “Spero nella cooperazione internazionale

Shi Zhengli (foto dal web)
Shi Zhengli (foto dal web)

Non credo che il passaggio sia avvenuto a Wuhan o nella provincia dello Hubei, continua Shi. Quanto alle miniere, penso che vi riferiate alla cava dei pipistrelli a Tongguan, nella provincia di Yunnan. Fino a oggi, nessun abitante della zona è stato infettato da coronavirus. Così, la teoria secondo cui il paziente zero viveva vicino alla zona mineraria e poi ha viaggiato fino a Wuhan è falsa”.

Leggi anche —> Coronavirus, il bollettino del 26 luglio: i dati dell’epidemia

La dottoressa Shi Zhengli racconta di aver ricevuto una telefonata alle 7 di sera del 30 dicembre 2019, mentre era a una conferenza a Shanghai: “Era il direttore dell’Istituto di prevenzione e controllo delle malattie virali, da Wuhan, e mi disse di lasciar perdere qualsiasi cosa stessi facendo e tornare, avevano trovato un nuovo coronavirus in due pazienti con polmonite”.

Shi Zhengli a Science dice di aver avuto il dubbio atroce, ossia che potesse essere avvenuto nel loro laboratorio. Rientrata a Wuhan la scienziata accertò che non era possibile e disse. “Posso garantirlo sulla mia vita”. La comunità scientifica le ha dato ragione, anche se nessuna indagine indipendente è stata condotta a Wuhan.

Shi Zhengli (foto dal web)
Shi Zhengli (foto dal web)

Shi Zhengli conclude: “Negli ultimi vent’anni i Coronavirus hanno gettato il caos nella vita umana e nell’economia, vorrei fare un appello a rafforzare la cooperazione internazionale nella ricerca sulle origini dei virus emergenti. Spero che gli scienziati del mondo possano lavorare uniti.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.