Covid-19: i 21 farmaci che bloccano la replicazione del virus

Ventuno farmaci scoperti, che bloccano la replicazione del coronavirus

Coronavirus
Laboratorio (Getty Images)

Uno studio di Nature, condotto da un gruppo di ricercatori internazionali rivela un’interessante scoperta sul Coronavirus. Sono state trovate 100 molecole presenti con attività antivirali. Ventuno di queste molecole sono risultate efficaci e sicure per i pazienti, nel bloccare la replicazione del Covid-19. Sono stati eseguiti test molto approfonditi e valutazioni su casi colpiti dal virus.

I risultati sono positivi, 4 di questi farmaci funzionano in sinergia con remdesivi e anche con l’antimalarico che ha raggiunto gli studi clinici di fase 3, il derivato clorochina hanfangchin A (tetrandrina). Il remdesivi, che attualmente è utilizzato per trattare il covid-19, si è dimostrato determinante nell’abbreviare i tempi di recupero dei pazienti in ospedale. Il lato negativo è che il farmaco, sembra non funzionare su tutti i pazienti che lo ricevono. Lo afferma il direttore del programma di immunità e patogenesi di Sanford Burnham Prebys, Sumit Chanda. 

La ricerca da speranza, offrendo nuove armi per combattere la pandemia

virus palù
mascherine (Getty Images)

Questo studio dimostra che le opzioni terapeutiche sono molte e ancora da scoprire. Per il momento Chanda afferma che, sulla base della loro analisi i farmaci che al momento sono più efficaci e reperibili sono: clofazimina, hanfangchin A, apilimod e ONO 5334. I 21 farmaci scoperti, attualmente sono sottoposti  ai vari test in laboratorio, condotti dai ricercatori su modelli animali o modelli polmonari che replicano il tessuto umano. La comunità scientifica si trova in condizioni più favorevoli nella lotta contro il Covid, grazie a queste nuove scoperte. Si ampliano gli strumenti per combattere la battaglia contro la pandemia, causata dal Covid

Leggi anche —> Carabinieri arrestati, nella caserma di Piacenza anche un’orgia

Coronavirus
(Getty Images)

Forse siamo sempre più vicini ad arrivare a una soluzione definitiva per questo virus. Non resta che aspettare che i ricercatori continuino a sorprenderci con le loro nuove scoperte. Intanto la cosa migliore da fare è continuare a proteggersi con le mascherine.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bambina positiva al Covid-19: chiuso un centro estivo e tamponi per 80 soggetti

 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.