Coronavirus, Fauci: “L’approvazione di un vaccino vicinissima”

L’immunologo statunitense in prima linea per lo studio del vaccino contro il coronavirus non ha escluso che potrebbe essere pronto già in autunno, tra ottobre e novembre

Fauci coronavirus
Anthony Fauci (foto dal web)

Il virologo americano Anthony Fauci lancia una vera bomba mediatica a proposito del vaccino contro il coronavirus. Lo studioso a capo del National Institute of Allergy and Infectious Diseases negli Usa non dà certezze ma parla di una chiara possibilità di avere l’approvazione del vaccino quanto prima.

Lui che è sempre stato in prima linea al contrasto del Covid-19 e che sta lavorando allo studio sul vaccino non ha escluso che ci sia la possibilità di averlo già in autunno. Vaccino pronto entro ottobre o al massimo novembre.

Queste le previsioni fatte dal direttore dell’Istituto nazionale per le malattie infettive che in una call conferenze con la stampa ha parlato della cosiddetta “October Surprise”, la sorpresa di ottobre.

Fauci ha detto chiaramente che un’approvazione del vaccino è “probabile a novembre, ma è possibile possa arrivare anche prima”. Lo ha fatto nel giorno in cui in America arriva la notizia della partenza della “fase 3” sulla sperimentazione del vaccino al quale sta lavorando l’azienda “Moderna”.

LEGGI ANCHE -> Covid-19: i 21 farmaci che bloccano la replicazione del virus

Coronavirus, la malattia nel mondo non si ferma

vaccino
vaccino (foto dal web)

Se le previsioni di Fauci si realizzeranno potrebbero essere considerate come una manna dal cielo. Il vaccino è quello che si attende con ansia fin dallo scoppio della pandemia e da quando si è capito che è l’unica arma vera e funzionale contro il coronavirus.

Intanto il virus avanza nel mondo, non molla la presa in diverse parti del pianeta. Dall’America latina, epicentro della malattia che si affianca a Brasile, Messico, Perù, Cile e Colombia, tra i Paesi più colpiti dalla pandemia, senza dimenticare gli Usa che restano il primo Paese.

Non va meglio dall’altra parte del mondo, in Cina e ad Hong Kong ma anche l’Australia che ha registrato 549 nuovi casi nelle ultime 24 ore. anche lo stato di Victoria è alle strette e si trova a fronteggiare una seconda ondata.

LEGGI ANCHE -> Covid-19, è nata Beatrice Vittoria la piccola della donna curata con il plasma

vaccino
vaccino (getty images)

Il Vietnam, infine, solo ieri ha ordinato l’evacuazione di 80 mila turisti per un nuovo focolaio a Danang.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter