Andrea Bocelli si ravvede: “Chiedo sinceramente scusa per le mie parole sul Covid-19”

Bocelli: “Da sempre mi sono speso per combattere la sofferenza e l’ho fatto anche recentemente con l’avvento di questa sciagurata pandemia”

Polemica Senato Andrea Bocelli
Polemica Senato Andrea Bocelli (foto dal web)

Il tenore Andrea Bocelli si ravvede delle parole affermate giorni fa al Senato, partecipando all’incontro organizzato da Vittorio Sgarbi. Il suo è stato un intervento da negazionista e quando provengono simili pareri da personaggi che hanno un seguito, le polemiche sono naturali e anche giustificate.”Conosco un sacco di gente, ma non ho mai conosciuto nessuno che fosse andato in terapia intensiva, quindi perché questa gravità?”. Una bufera che fortunatamente lo stesso tenore ha smentito con un video riprodotto su facebook: “Da sempre mi sono speso per combattere la sofferenza e l’ho fatto anche recentemente con l’avvento di questa sciagurata pandemia, come molti sanno. Perciò se il mio intervento al Senato ha generato sofferenza, di questo io chiedo sinceramente scusa, perché proprio non era nelle mie intenzioni”. Pronte le scuse a sedare le polemiche e spegnere gli animi di coloro che già gli davano del negazionista.

Leggi anche > Il negazionista organizza la festa e contagia tutti

Bocelli fa marcia indietro e si scusa

RHO, ITALY – MAY 25: Andrea Bocelli performs at Bocelli and Zanetti Night on May 25, 2016 in Rho, Italy. (Photo by Francesco Prandoni/Getty Images for Bocelli & Zanetti Night)

“Così come nelle mie intenzioni non era di offendere chi dal Covid è stato colpito”, ha proseguito. “La mia famiglia non è stata risparmiata dal virus: siamo stati tutti quanti contagiati e tutti abbiamo temuto il peggio; perché nessuno può conoscere l’andamento di una malattia come questa, che è ancora oggi sconosciuta”. Poi cerca di giustificare il senso che voleva dare al suo intervento: “Lo scopo del mio intervento al Senato – afferma – era quello di sperare in un prossimo futuro in cui i bambini soprattutto, possano ritrovare la normalità, possano sperare di vivere “da bambini”, giocando tra loro, abbracciandosi, come devono fare i bambini per poter crescere sani e sereni. Questo solo era il senso del mio intervento”.

Leggi anche > Dalla Russia vaccino imminente

Covid-19 coronavirus stati uniti
Cellule Covid-19 (Getty Images)

Poi un pensiero a chi ha sofferto per questo male: “Dalle mie parole hanno trovato ragioni per sentirsi offesi o hanno sofferto per quello che ho detto, a loro chiedo sinceramente scusa, perché le mie intenzioni erano tutt’altre”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter