Coppia gay invitata a lasciare la piscina: “Disturbate la vista”

L’episodio che riguarda una coppia gay composta da due ragazze è avvenuto in uno stabilimento di Fregene. La denuncia su Instagram

Coronavirus Latina positivo acquapark
piscina (pixabay)

Un ennesimo episodio di omofobia che si consuma nel cuore dell’Italia, alle porte di Roma e nel pieno dell’estate. Ad essere le tristi protagoniste una coppia gay di giovani ragazze che è stata invitata a lasciare uno stabilimento estivo a Fregene, proprio alle porte di Roma.

La coppia di ragazze lesbiche è stata invitata ad andare via perché “disturbavano la vista” di un signore che passava e perché “in piscina è pieno di bambini”.

A denunciarlo direttamente su Instagram la diretta interessata Ludovica Viola con un post sfogo che racconta la vicenda. “Ho scoperto che, a differenza delle altre coppie, noi non possiamo… non possiamo fare le stesse cose degli altri “normali”, perché noi diamo fastidio” ha scritto la giovane.

Ma questo è solo l’incipit di uno sfogo che mostra come ancora oggi l’omofobia sia radicata nel nostro Paese. Un Paese per il quale una coppia gay non va bene, dice Ludovica, perché non è gradevole agli occhi e perché rovina “la reputazione dello stabilimento”. Una confessione amara, dura e cruda che mette nero su bianco quello che ancora accade.

LEGGI ANCHE >>> Due turisti svizzeri si addormentano sul materassino: finisce male

Coppia gay invitata a lasciare la piscina, i fatti

coppia gay
(Pixabay)

La coppia di ragazze è stata invitata ad andate via dallo stabilimento da uno dei ragazzi dello staff. Il signore che si è lamentato non gradisce la loro presenza e le giovani non possono godersi il relax ed il sole.

“Eppure, anche se a me un signore che pensa queste cose non piace per niente, non chiedo che venga allontanato, poiché credo ancora nel “vivi e lascia vivere”” scrive senza remore Ludovica. Il rispetto del prossimo che lei pratica ma che non riceve affatto perché non solo vengono disturbate ma anche insultate.

E poi l’altra giustificazione secondo cui una coppia gay non sarebbe lo spettacolo giusto per dei bambini. “E quindi ieri ho anche scoperto che noi coppie omosessuali, se siamo in un luogo dove ci sono bambini, non possiamo starci” ha continuato.

Ma di tutta questa storia Ludovica e la compagna ne prendo il buono che c’è e si dicono orgogliose di essere “diverse”. Felici per esserlo “se questo porta ad essere diversi da questo mondo schifoso e malato, che discrimina la cosa più bella che ti possa capitare nella vita: l’amore” ha scritto ancora.

E proprio perché orgogliosa di questo Ludovica ha specificato che lei e la sua compagna non hanno affatto lasciato lo stabilimento ma sono rimaste continuando a vivere la loro giornata e a sfidare l’ignoranza.

LEGGI ANCHE >>> Finisce male per l’imprenditore: confiscati i beni per attività illecita

Coppia gay
Il post di Ludovica Viola

Alla fine della storia le due hanno ricevuto anche le scuse del direttore dello stabilimento e del dipendente che le aveva invitate ad andare via.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.