Coronavirus, il sindaco di Codogno non ci sta: lo sfogo rabbioso

Coronavirus, il sindaco di Codogno risponde a muso duro a coloro che in questi giorni negano l’esistenza della malattia: parole infuocate

Coronavirus Codogno
L’ospedale di Codogno (Getty Images)

Giorni di polemiche roventi sull’epidemia di coronavirus, con l’allungamento dello stato di emergenza fino al 15 ottobre da parte del governo. Il dibattito impazza e prende piede il fronte dei negazionisti del virus, tra cui anche il cantante Andrea Bocelli le cui dichiarazioni hanno fatto molto discutere. E’ arrivata quest’oggi la risposta da parte di Francesco Passerini, sindaco di Codogno, primo comune italiano colpito dalla malattia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, il bollettino del 29 luglio: ancora in calo i ricoveri in terapia intensiva