Laureato a 97 anni. Un nonno di Palermo è uno studente modello

Laureato a 97 anni. Un nonno si è laureato all’Università degli studi di Palermo. Non si accontenta e pensa già alla specialistica

Laureato a 97 anni
Giuseppe Paternò – Foto dal Web

Giuseppe Paternò, questo il nome del nonno di 97 anni laureato presso l’Università degli Studi di Palermo alla facoltà di Storia (Lettere e Filosofia). Classe 1923, quasi un secolo di vita, ha attraversato uno dei periodi più controversi del percorso dell’umanità. Ha conosciuto gli orrosi del fascismo, affrontato una Guerra Mondiale, visto la nascita della Repubblica, il boom economico, le lotte sociali.

Nato in una famiglia di modeste condizioni, ha dovuto lavorare fin da giovanissimo per sostenersi. Gli studi all’epoca non erano di certo nè un diritto, nè una priorità.

Ha fatto il fattorino, lavorato in una birreria ma i libri come compagni sono sempre stati a suo fianco. Non ha mai abbandonato il desiderio di ottenere il famoso “pezzo di carta”. E’ riuscito a diplomarsi come geometra a 31 anni, avendo così l’opportunità di essere assunto alle Ferrovie dello Stato. Ha mantenuto il suo posto con dignità fino alla pensione.

Leggi anche >>> PERICOLO SUL WEB. ALLARMATE IMMEDIATAMENTE I VOSTRI FIGLI

Laureato a 97 anni. Non è mai troppo tardi

Laureato a 97 anni
Laureato a 97 anni – Foto dal Web

Rimasto vedovo e con tanto tempo a disposizione ha pensato di raggiungere quel traguardo sempre agognato. Iscrittosi alla facoltà di Storia nel 2017 all’età di 94 anni, ha avuto un percorso accademico ineccepibile, disseminato da una sfilza di 30 e lode.

La sua tesi (relatrice la professoressa Rossella Cancila) è incentrata sui tesi sui luoghi storici della città di Palermo, soffermandosi anche su palazzo Steri, sede proprio del Rettorato universitario.

Laureato a 97 anni
UniPA – Foto dal Web

Il rettore Fabrizio Micari ha fatto sapere che Giuseppe Paternò è lo studente più anziano del mondo. Sta già pensando alla laurea specialistica che arriverà alla soglia del suo centesimo compleanno. Ad acclamarlo ci saranno i figli, nipoti e bisnipoti orgogliosi di un nonno così tenace e caparbio.

LEGGI ANCHE >>> Due turisti svizzeri si addormentano sul materassino: finisce male