Coronavirus, il bollettino del 30 luglio: salgono i casi di contagio

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, giovedì  30 luglio, ha comunicato i numeri dell’epidemia da coronavirus in Italia tramite bollettino.

Coronavirus
(Getty Images)

Il Ministero della Salute ha aggiornato il quadro sanitario dell’epidemia da coronavirus diffusasi in Italia. Stando alla tabella odierna, i casi di contagio sono saliti a 247.158, ossia 386 unità in più rispetto alla giornata di ieri. Di questi risultano essere attualmente positivi 12.230 soggetti (-386). Nuova crescita per quanto riguarda i reparti di terapia intensiva, dove ad oggi risultano essere ricoverati 47 pazienti, cioè a dire 9 in più rispetto a ieri. Le persone guarite dall’inizio dell’emergenza sono 199.796 in totale (+765). Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 3 nuovi decessi che portano il bilancio complessivo delle vittime a 35.132.

Il Ministero ha segnalato che la Regione Emilia Romagna ha comunicato un ricalcolo eliminando 4 caso in quanto duplicati.

Dei 386 nuovi casi, solo 112 sono stati segnalati dalla Regione Veneto, dove si è registrato un maxi focolaio presso la caserma Serena di Treviso, struttura che ospita circa 350 richiedenti asilo.

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata mercoledì 29 luglio

Coronavirus
(Getty Images)

Il Ministero della Salute nella giornata di ieri ha reso noto che i casi di contagio dall’inizio dell’emergenza erano giunti a 246.776. Nuova crescita per i  soggetti attualmente positivi che ammontavano 12.616. Proseguiva il calo dei pazienti in terapia intensiva:  38 i ricoveri in totale. Le persone guarite erano, invece, 199.031 in totale. Infine, come si evinceva dall’aggiornamento quotidiano, il bilancio complessivo dei decessi era salito a 35.129.

Il Ministero precisava che la provincia autonoma di Bolzano aveva effettuato un ricalcolo eliminando un caso perché inserito due volte.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino del 29 luglio: ancora in calo i ricoveri in terapia intensiva

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata martedì 28 luglio

Il Ministero della Salute, nella giornata di martedì ha reso noto che le persone risultate positive al virus dall’inizio dell’emergenza erano salite a 246.488. Di questi 12.609 soggetti risultavano essere attualmente positivi. Tornavano in calo i pazienti in terapia intensiva, ieri 40 in totale. Salivano ancora i guariti: 198.756 in totale. Il bilancio complessivo in Italia delle vittime era salito a 35.123.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino del 28 luglio: i dati dell’epidemia

Invitato ad un matrimonio positivo al Covid-19: 90 persone in quarantena

Scattata la quarantena per 90 persone che avevano preso parte ad un matrimonio, all’esito del quale uno degli invitati è risultato positivo al Covid. Il soggetto contagiato, un uomo nisseno ma che lavora in Germania, terminate le celebrazione e rientrato in casa avrebbe iniziato ad accusare i primi sintomi, tanto da rendersi necessario il ricovero.

Il lieto evento, riferisce Fanpage, è avvenuto lo scorso 25 luglio ed ora le autorità sanitarie stanno effettuando tutti i controlli sulle reti di contatto dell’uomo avute nei 15 giorni precedenti.

A seguito delle celebrazioni, una donna di Nicosia congiunta del soggetto risultato positivo, è risultata anch’essa affetta dal virus ed è stata ricoverata in via precauzionale: non manifesterebbe, al momento, alcun sintomo. La campanella d’allarme nel comune in Provincia di Enna è scattato lo scorso martedì e cautelativamente i partecipanti al banchetto sono stati sottoposti a quarantena. Procedono ovviamente i controlli per cercare di rintracciare tutti gli invitati sì da sottoporli a tampone e le persone che hanno avuto contatti con la donna.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Invitato ad un matrimonio positivo al Covid-19: 90 persone in quarantena

Covid-19, focolaio si espande: 300 persone sottoposte a quarantena

Nessuna misura restrittiva sarà assunta nei confronti dei nostri comuni”. Questo quanto dichiarato, riporta la redazione di Fanpage, da Paolo Omboni, sindaco di Borgo San Lorenzo, uno dei territori interessati da questo nuovo focolaio scoppiato in zona Mugello, nei pressi di Firenze. La situazione, ha proseguito, sarebbe sotto controllo. A fare da eco al collega, Federico Ignesti, sindaco di Scarperia, il quale avrebbe aggiunto di essere venuto a conoscenza che molte persone si sono auto isolate ed hanno eseguito il tampone pagando.

Attualmente le persone risultate positive al virus, dopo l’ingente mole di tamponi eseguite, sono 18 con un’età che varia dai 13 ai 55 anni. La maggior parte di esse non accuserebbe sintomi e sono stati sottoposti alla misura dell’isolamento domiciliare.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —>Covid-19, focolaio si espande: 300 persone sottoposte a quarantena

Covid | Cameriere positivo, pizzeria chiusa e personale in quarantena

A Lucca, una famiglia di origini abanesi – madre, padre e figlio- sarebbe risultata positiva al virus. Il marito, è un cameriere saltuario in una pizzeria. Per tale ragione i dipendenti di quest’ultima sono stati sottoposti a quarantena e l’attività chiusa. Ciò al fine di scongiurare una possibile reazione di contagi a catena. In ogni caso il titolare del locale ha voluto far sapere di aver sempre rispettato tutte le norme di prevenzione previste.

Fortunatamente, al momento , tutti i soggetti che hanno effettuato il tampone sono risultati postivi. Ciò fa bene sperare che il contagio non si sia esteso oltre le mura domestiche. In via cautelativa anche il parroco della Chiesa frequentata dall’uomo è stato invitato a rimanere in isolamento.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —>Covid | Cameriere positivo, pizzeria chiusa e personale in quarantena

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter