Trenitalia riapre totalmente ai Frecciarossa: piovono critiche dal Cts

Da oggi i treni ad alta velocità Frecciargento e Frecciarossa di Trenitalia e i treni Italo possono viaggiare al 100% dei posti

Treni alta velocità (foto dal web)
Treni alta velocità (foto dal web)

La “fase tre” sui treni ad alta velocità inizia oggi ma preoccupa il Comitato tecnico scientifico (Cts). Da oggi i treni a lunga percorrenza Frecciargento e Frecciarossa di Trenitalia e i treni Italo possono viaggiare al 100% dei posti, come specificato dal dpcm del 14 luglio, senza distanziamento interno e posti vuoti nelle carrozze interne.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino del 30 luglio: salgono i casi di contagio

Ma il Cts fa sapere che la decisione è stata presa “senza aver ricevuto il parere del Comitato”: secondo quanto si apprende, nella mattinata di ieri era stata inviata dal Ministero dei Trasporti una richiesta di valutazione del nuovo piano dei treni ad alta velocità ma nella riunione che si è tenuta nel pomeriggio non se ne è parlato.

Anche secondo il professor Walter Ricciardi, consigliere scientifico del ministro della Salute Roberto Speranza, “è sbagliato eliminare il distanziamento sociale sui treni” che “contribuisce alla sicurezza di questo mezzo di trasporto, che diventerebbe altrimenti insicuro”.

Trasporti, cosa cambia con il dpcm del 14 luglio

Treni alta velocità (foto dal web)
Treni alta velocità (foto dal web)

Il citato dpcm del 14 luglio disponeva la possibilità di far viaggiare i treni di Trenitalia e Italo a piena capacità purché venisse presa la misurazione della temperatura prima del viaggio, cambiata la mascherina ogni 4 ore per tratte medio-lunghe; infine esibita un’autodichiarazione dei passeggeri che certifica di non aver avuto contatti con persone contagiate dal Covid. Si attende però la pubblicazione del nuovo dpcm che potrebbe cambiare un po’ le disposizioni ora in atto sui mezzi pubblici.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino del 29 luglio: ancora in calo i ricoveri in terapia intensiva

Treni alta velocità (GettyImages))
Treni alta velocità (GettyImages))

Anche la Lombardia con la nuova ordinanza regionale in vigore da domani al 10 settembre, prevede che i treni del trasporto pubblico interno (servizi metropolitani e autofilotranviari compresi) abbiano capienza massima al 100%, mentre il 50% dei posti in piedi per i quali il mezzo è omologato.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.