Vite al Limite. Charity Pierce, 353 kg. In lotta per la figlia Charly

Vite al Limite. Nell’ottava puntata della terza stagione abbiamo conosciuto Charity Pierce. La sua incredibile storia di rinascita

Vite al Limite
Charity Pierce – Foto dal web

Dal 2012 il programma Vite al Limite segue il percorso di rinascita di pazienti affetti da obesità patologica. In Italia va in onda sul canale 31, Real Time. Negli Stati Uniti ha il titolo originale di My 600 lb life.

Una delle protagoniste della terza stagione è Charity Pierce, 39 anni. E’ stata sicuramente una delle pazienti più pesanti che è stata in cura dal popolare chirurgo bariatrico Nowzaradan.

La sua storia è simile a molte altre mostrate nella trasmissione televisiva. Un passato di disagi e il cibo visto come unica fonte di sfogo. Charity ha dovuto subire anche il dolore fisico a causa di un’infezione batterica e quello psicologico per un abbandono grave: il fidanzato Tony la lasciò per intraprendere una relazione con la sorella Dusty.

Ormai rassegnata nella sua immobilità, non vedeva nessun altra via d’uscita. Il campanello d’allarme è suonato quando si è accorta che anche la figlia, Charly, stava prendendo la stessa brutta strada seguendo le orme insane della madre.

Leggi anche >>> VITE AL LIMITE. LAURA PEREZ, 270 KG. OBESA PERCHÈ MOLESTATA DA BAMBINA

Vite al Limite. Charity prima e dopo: impressionante