Beirut, esplosione impressionante: almeno 50 morti, centinaia i dispersi – VIDEO

Un’esplosione di proporzioni inaudite ha raso al suolo il porto di Beirut. Almeno 50 i morti, centinaia i feriti. Tra questi anche un militare italiano.

Beirut esplosione

Una gigantesca esplosione ha raso al suolo il porto di Beirut, facendo tremare l’intera città. Almeno 50 le morti accertate, oltre 400 i feriti, tra i quali un militare italiano che però ha riportato solo lievi escoriazioni. Il bilancio è comunque provvisorio e, con molta probabilità, destinato a salire. Si parla di centinaia di dispersi, sommersi dalle macerie. Ancora sconosciuta la causa dell’esplosione. Le autorità lasciano intendere che si sia sviluppata a partire da un complesso di fuochi d’artificio, ma c’è chi parla di materiali altamente esplosivi serbati nell’hangar 11 del porto. Nel frattempo iniziano a circolare i primi inquietanti video di corpi carbonizzati o coperti di sangue.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Morte George Floyd, pubblicato un video inedito dell’arresto

Beirut, video impressionanti: la più grande esplosione dopo Hiroshima e Nagasaki

Impressionanti le immagini che arrivano da Beirut, dove un uragano di polvere e detriti si è sollevato dopo l’esplosione. Nel frattempo decine di vittime sono state rimandate a casa con il volto insanguinato a causa del sovraffollamento degli ospedali. Le forze dell’ordine fanno sapere che stanno lavorando quanto più velocemente possibile per estrarre i corpi dalle macerie. “Ciò che è successo a Beirut ricorda Hiroshima e Nagasaki” ha detto il governatore della capitale libanese, Marwan Abboud, cedendo alle lacrime. “Nulla di simile era mai accaduto in passato in Libano prima d’ora”.

Tra gli edifici danneggiati dall’esplosione anche il Palazzo Baabda, residenza del presidente. Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Reuters, l’esplosione è stata talmente forte da essere sentita persino a Cipro, a quasi 200 chilometri da Beirut.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Grave incidente, muore giovane lungo la via Emilia

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter