Muore suicida Daisy Coleman, vittima di violenza sessuale: ne parlò su Netflix

A 23 anni Daisy Coleman si è tolta la vita. Aveva raccontato in un documentario su Netflix di essere stata vittima di violenza sessuale quando era appena 14enne

Daisy Coleman
Daisy Coleman (foto dal web)

Daisy Coleman si è tolta la vita a 23 anni. In un documentario su Netflix dal titolo ‘Audrie & Daisy‘ aveva raccontato di essere stata vittima di violenza sessuale quando aveva appena 14 anni. La terribile notizia è stata data dalla madre Melinda Coleman sui social network. Il documentario parlava della vicenda di due ragazze Daisy Coleman e Audrie Pott che sono state abusate sessualmente. Audrie si è tolta la vita solo dieci giorni dopo aver subito la violenza carnale. Melinda Coleman ha scritto: “Mia figlia Catherine Daisy Coleman si è suicidata stanotte. Se avete visto post o messaggi folli è stato perché ho chiamato la polizia per fare un controllo. Era la mia migliore amica e una figlia incredibile. Penso che abbia immaginato che io potessi vivere senza di lei. Ma non ci riesco. Vorrei avermi fatto carico del suo dolore. Non si è mai ripresa da ciò che quei ragazzi le hanno fatto e non è giusto. La mia bambina se n’è andata”.

Daisy Coleman è stata violentata a un festa a Maryville

Daisy Coleman
Daisy (foto dal web)

Audrie & Daisy è un documentario uscito 4 anni fa e diretto da Bonni Cohen. Raccontava la storia delle due ragazze Audrie Pott e Daisy Coleman, che sono state abusate carnalmente. La prima nel settembre 2012 quando era a Saratoga in California. Il trauma terribile e lo choc subiti le hanno tolto la gioia di vivere, soli dieci giorni dopo si è suicidata. Daisy invece ha subìto violenza a gennaio dello stesso anno quando aveva solo 14 anni.

LEGGI ANCHE -> Aurora Ramazzotti, lo strano VIDEO su Instagram: Se non lo fai menti

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Daisy Coleman
(foto dal web)

La cattiveria umana può arrivare davvero lontano: la ragazza non solo era stata vittima di violenza sessuale ma per quello veniva continuamente molestata e anche bullizzata a scuola e sui social network. Due giorni fa si è tolta la vita.