Donna non vuole indossare mascherina sul treno | ‘Siete schiavi’ | VIDEO

Una donna si rifiuta di mettere la mascherina in treno ma viene travolta dalla rivolta di tutta la carrozza nei suoi confronti, va a finire così.

Mascherina treno
Caos mascherina treno Foto dal web

Una donna, manifestamente negazionista del Covid, crea il subbuglio a bordo di un treno per il suo rifiuto di indossare la mascherina. Questa persona ha costretto il capotreno a fermare la corsa e come se non bastasse, ne è nata una discussione con la diretta interessata.

LEGGI ANCHE –> Covid, nuove disposizioni a Marsiglia e Parigi considerate “ad alto rischio”

A suo dire non ci sarebbe alcun motivo valido per servirsi di questo importantissimo accessorio di protezione. Ma non la pensano come lei gli altri passeggeri presenti sullo stesso treno, capeggiati da una signora di mezza età che protesta vivacemente in quanto ci sono delle regole dettate dallo Stato e che devono essere rispettate da tutti. La donna che rifiuta la mascherina sostiene che è un suo diritto comportarsi come vuole.

LEGGI ANCHE -> Impennata di contagi in Puglia, 5 sono gravi

Mascherina treno, la donna si rifiuta di indossarla ma è rivolta

Ne segue una votazione che si conclude con un risultato plebiscitario a lei sfavorevole: se vuole viaggiare su quello come su tutti gli altri treni e mezzi pubblici d’Italia, allora la donna in questione deve necessariamente munirsi di mascherina. Ma lei protesta e sentenzia: “Siete un popolo di schiavi”. Lei stessa ha realizzato un video riprendendo tutto quanto successo attraverso il proprio smartphone. Il filmato finito in rete però sta generando una serie di discussioni nelle quali lei stessa è ritratta come una irresponsabile portatrice di un cattivo esempio. E che non rispetta la gente e lo Stato, come protesta l’altra donna che si fa portavoce dei disagi dell’intera carrozza.

LEGGI ANCHE -> Croazia, parlano due contagiati

Quando c’è la salute di mezzo discorsi come l’essere schiavi e simili non stanno né in cielo né in terra. Occorre osservare i protocolli di sicurezza dettati dalle autorità competenti per evitare di rivivere un nuovo blocco totale come quello che è avvenuto nella scorsa primavera.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter