La Spagna ha altri 2mila contagiati: 34 morti nelle ultime 24 ore

La Spagna supera i 405.000 casi. La Catalogna proibisce gli incontri sociali di più di 10 persone, Murcia li limita a sei e Madrid chiede di evitarle

Polizia Spagna
(Getty Images)

La Spagna ha registrato 19.382 nuovi contagi questo lunedì da venerdì, 2.060 nelle ultime 24 ore e 34 decessi sono stati aggiunti al conteggio ufficiale. In totale, 405.437 persone sono state infettate e 28.872 sono morte dall’inizio della pandemia. L’Unione Europea ha raggiunto un accordo con l’azienda farmaceutica Modern per la fornitura di 80 milioni di dosi del vaccino contro il coronavirus che l’azienda americana sta attualmente sviluppando. Il contratto tra l’UE e Moderna prevede un’opzione che consentirebbe agli stati membri dell’UE di acquistare altri 80 milioni di dosi, per un totale di 160 milioni. In Spagna, le Isole Baleari e i Paesi Baschi affermano di essere immersi nella seconda ondata, mentre in Catalogna ha annunciato restrizioni per fermare l’aumento dei casi.

Leggi anche > Covid, al via test nelle scuole

Spagna, è allerta

Coronavirus Spagna
Medici spagnoli (Pixabay)

“Non siamo più in una situazione di stabilità, stiamo crescendo con insistenza”, hanno avvertito le autorità catalane. Tra le misure annunciate dalla Generalitat c’è il divieto di riunioni sociali di più di 10 persone, la riduzione della capacità nelle aule. Da parte sua, Murcia ha deciso di vietare le riunioni di più di sei persone che non vivono insieme. Il ministro della Giustizia della Comunità di Madrid, Enrique López, lunedì scorso ha chiesto ai cittadini di evitare interazioni sociali non necessarie.

Leggi anche > Covid, chi sono i superdiffusori

foto dal web

Questo pomeriggio è in programma una riunione del gruppo di lavoro creato dal Governo per monitorare l’incidenza del virus nelle case di cura. Un focolaio in una residenza a Candeleda (Ávila) segnala già 84 casi. La pandemia supera già i 23,4 milioni di contagi e 809.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

M.P.