Turista russa sopravvive per 48 ore in un crepaccio di dieci metri

In pantaloncini corti e senza attrezzatura adeguata, la donna era scivolata in una spaccatura di dieci metri sul ghiacciaio Gorner

Squadra di soccorso su Monte Rosa (foto dal web)
Squadra di soccorso su Monte Rosa (foto dal web)

Ha quasi del miracoloso la notizia della turista russa trovata viva dopo 48 ore dalla sua caduta in un crepaccio di dieci metri sul ghiacciaio Gorner, sul versante occidentale del Monte Rosa, nel cantone sudoccidentale del Vallese. La turista indossava pantaloncini ed era del tutto priva di adeguata attrezzatura termica idonea anche solo per svolgere una passeggiata in quota. Ne ha dato notizia nella notte il servizio di soccorso alpino Air Zermatt.

LEGGI ANCHE -> Febbre dengue, focolaio familiare nel Vicentino

La signora di origini russe ma che vive in Germania, è stata trovata viva martedì scorso da due alpinisti che passavano di lì per andare al Rifugio Margherita e che hanno sentito le sue grida di aiuto. La donna era uscita per un’escursione sul ghiacciaio domenica 23 agosto senza attrezzatura e abbigliamento idoneo. Era uscita in solitaria, per questo non era scattato alcun allarme di scomparsa e di fatto nessuno la cercava.

La temperatura corporea della donna era a 34 gradi

Squadra di soccorso su Monte Rosa (foto dal web)
Squadra di soccorso su Monte Rosa (foto dal web)

Camminando sul ghiacciaio la turista, è precipitata in un crepaccio, ma è atterrata su un ponte di ghiaccio all’interno della spaccatura. Quando gli alpinisti l’hanno trovata, hanno avvertito il soccorso alpino, i cui uomini l’hanno tirata fuori dal crepaccio e l’hanno trasportata in ospedale in elicottero.

LEGGI ANCHE -> Dramma al lago, dispersa in acqua bambina di soli 12 anni

Quarantotto ore sono un tempo molto lungo”, ha detto il pilota dell’elicottero che l’ha trasportata in ospedale – come ha riportato il giornale regionale Walliser Bote, aggiungendo che “la temperatura corporea della donna era scesa misteriosamente solo a 34 gradi”, aspetto quasi incomprensibile per una situazione del genere.

Monte Rosa (foto dal web)
Monte Rosa (foto dal web)

Il servizio di soccorso alpino di Zermatt non ha mai portato a termine un intervento così miracoloso negli ultimi vent’anni”, hanno fatto sapere i soccorritori.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.