Chanel Totti, messaggi choc: gruppo Telegram cerca sue foto “hot”

Un orrore dietro l’altro: questo sta diventando la vicenda di Chanel Totti, figlia 13enne di Fransco Totti e di Ilary Blasi. Adesso spunta una chat Telegram.

Chanel Totti messaggi choc gruppo Telegram
Chanel e Francesco Totti (foto dal web)

Una vicenda davvero raccapricciante quella che ha visto protagonista Chanel Totti, figlia 13enne di Francesco Totti e Ilary Blasi. Tutto è cominciato circa due settimane fa, quando Chi ha pubblicato in esclusiva alcune foto che la ritraevano al mare, oscurandone il viso, ma non certo il lato B. Da allora si è alzato un polverone mediatico di dimensioni macroscopiche, che non si è mai veramente spento. Ilary e il marito Totti hanno fatto reclamo alla redazione di Chi, ottenendo le blande scuse della direzione. Tuttavia, ciò non è bastato a far smettere di parlare delle tanto famigerate foto. Nel frattempo su Telegram è comparso un gruppo che si profila un obiettivo davvero agghiacciante.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Valentina Ferragni spegne il body shaming: “Quando si è abbastanza?”

Chanel Totti, i vergognosi messaggi sulla chat Telegram

Chanel Totti chat Telegram orrore
La chat di Telegram (foto dal web)

“Condividere foto porche di ragazze, oltre a quelle del fisico mozzafiato della mamma Ilary della figlia Chanel” così si legge nelle info del gruppo comparso su Telegram nelle ultime settimane e subito scomparso a seguito della segnalazioni di alcuni fan. Nel gruppo avevano cominciato a circolare alcune foto “hot” (molto probabilmente false) della figlia di Francesco Totti e Ilary Blasi. Insieme ad esse, anche molte foto di donne ignare (spesso “scambiate” da mariti e fidanzati dopo la rottura) e ragazzine, se non addirittura bambine, come nel caso di Chanel. La vicenda sconvolge, ma non sorprende. Il problema dei gruppi di “reveng porn” è ad oggi tanto serio quanto troppo spesso ignorato dalle autorità che dovrebbero porvi un freno.

Chanel Totti chat Telegram orrore
Totti e Chanel (Foto dal web)

“L’Italia è un Paese in cui ci si scandalizza, ci si arrabbia, si fa la rivolta per pagare un centesimo una busta del supermercato” scrive la community Instagram I have a voice “Ma di fronte alla pedofilia nessuno fa niente”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Aurora Ramazzotti come Chanel Totti: “Ne pago ancora le conseguenze”

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter