Ghiacciaio della Marmolada: le previsioni sullo scioglimento

Il ghiacciaio della Marmolada sarebbe prossimo a sciogliersi completamente: per gli esperti di qui a breve di esso potrebbe non rimanere più nulla.

Ghiacciai
(Foto di JacLou DL-Pixabay)

Un processo inesorabile quello dello scioglimento dei ghiacciai a livello planetario, a cui non sfuggono neppure quelli italiani. Il caso è quello della Marmolada facente parte delle Dolomiti che secondo le previsioni degli esperti tra circa una decade probabilmente non esisterà più. Rimarranno soltanto le rocce della vetta più alta della catena, colpita dall’irreversibile fenomeno del surriscaldamento globale.

Leggi anche —> Riscaldamento globale, i ghiacciai continuano a sciogliersi: “Punto di non ritorno”

Ghiacciaio della Marmolada: le previsioni sullo scioglimento

Meteo sole
sole (Getty Images)

Le prospettive sui ghiacciai della Marmolada non erano delle più rosee neppure durante la scorsa decade dove le previsioni parlavano dello scioglimento di 5 ettari l’anno. Ma adesso il quadro sembra essere nettamente peggiorato. Secondo le ultime osservazioni, infatti, si parlerebbe di 9 ettari.

A portare avanti la ricerca che ha consegnato il drammatico dato è stata l’Università di Padova che avrebbe stimato la vita del ghiacciaio della Marmolada, nella migliore delle ipotesi nel 2060, nella peggiore nel 2031.

Dietro all’inarrestabile fenomeno dello scioglimento si celerebbe l’assottigliamento del manto ghiacciato. A concretare tale circostanza non soltanto il surriscaldamento globale. Il professor Mauro Varotto avrebbe infatti spiegato che il sistema “non è più vivo”. Quando, purtroppo, lo spessore del ghiaccio scende sotto il livello di 1-2 metri è lì che si accelera il processo.

Il professor Mauro Varotto, ha altresì paragonato i numeri dell’estensione della superficie della Marmolada raffrontando quelli del 1888 con quelli del 2018. Un’analisi impietosa che vede rispettivamente 500 ettari contro i soli 123 del più attuale presente. A ciò, riporta la redazione di TgCom24, ha aggiunto che negli ultimi dieci anni il fronte del ghiacciaio della Marmolada è andato arretrando di 10 metri all’anno.

Infine, e questo il dato ancor più sconvolgente, ha parlato di quello che sarà il destino del ghiacciaio. Utilizzando i trend sino ad ora registratisi, è possibile ritenere che nel 2060 non esisterà più. Se si utilizzano, invece, quelli degli ultimi 10 l’anno di “morte” sarà il 2045. Ma, se si applicano i trend degli ultimi 3 anni, invece, il ghiacciaio della Marmolada non ha speranza di superare il 2031.

Alle sue parole fanno da eco quelle di Aldino Bondesan, a capo delle campagne glaciologiche del Triveneto. Quest’ultimo avrebbe rappresentato, riporta la redazione di TgCom24, che negli ultimi settant’anni il manto della Marmolada ha perso oltre l’80 percento del suo vuole che si traduce in un ammanco di 95 milioni di metri cubi stimati nel 1954 ai soli 14 di oggi.

Leggi anche —> Polo Nord, i ghiacciai potrebbero sciogliersi: colpa delle masse d’aria calda asiatiche

Ghiacciai
(Getty Images)

Un quadro drammatico che vede soltanto nel passato lockdown uno spiraglio di salvezza. Con il “Restate a casa” infatti il pianeta ha beneficiato in termini di emissioni, essendosi drasticamente ridotte. Ma ovviamente ciò è stato insufficiente ai fini di un rallentamento dello scioglimento dei ghiacciai sia per quanto concerne la Marmolada sia per le Alpi.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

M.S.