Bimbo rimane chiuso in auto sotto il sole, due carabinieri lo salvano

Un bimbo è rimasto chiuso in auto con 30 gradi, fortunatamente due carabinieri lo hanno salvato

Carabinieri (Getty Images)
Carabinieri (Getty Images)

Rimasto chiuso in macchina accidentalmente, un bimbo di 22 mesi è stato salvato in extremis. Le portiere dell’auto si erano chiuse e non si aprivano più, i genitori da fuori disperati cercavano in tutti i modi di aprire l’auto anche con l’aiuto di passanti, ma non si apriva. Fuori la temperatura segnava 30 gradi e l’auto era in pieno sole. L’episodio avvenuto il 29 agosto a Santa Marinella, due genitori sono rimasti traumatizzati per aver quasi perso il loro piccolo. Si sa che è pericolosissimo per un bimbo rimanere in auto sotto il sole estivo, ha rischiato di soffocare in auto. Per 20 lunghi minuti il bimbo è rimasto intrappolato dentro al veicolo, mentre i genitori le provavano tutte per tirarlo fuori.

Alla fine due carabinieri sono intervenuti per salvare il piccolo, hanno spaccato il vetro del finestrino e lo hanno tirato fuori prima che fosse troppo tardi. Fortunatamente il bimbo non si è fatto male nemmeno con l’impatto della rottura del finestrino. Finalmente i genitori hanno potuto riabbracciare il loro bambino, dopo essersi presi uno spavento enorme. Una giornata al mare che poteva concludersi in tragedia, invece grazie ai militari che sono sempre al servizio dei cittadini tutto è andato bene.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Il giallo di Caronia, parla la criminologa: “Viviana e il tunnel, cosa è successo”

La lettera del papà del bimbo ai militari

Papà e bimbo (Getty Images)
Papà e bimbo (Getty Images)

Il papà del bimbo ha scritto una lettera ai due militari che hanno salvato la vita di suo figlio. Alcune parole della lettera: “Solo l’intervento dei militari ha evitato che si consumasse una tragedia, dopo una giornata normale al mare. Il pianto di mia moglie è stato interrotto solo quando i militari, le hanno messo tra le braccia suo figlio sano e salvo”.

POTRBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Droga, orge e prostituzione minorile: coinvolta la Bologna ‘bene’

Finestrino rotto (Getty Iamges)
Finestrino rotto (Getty Iamges)

In seguito al salvataggio è poi partito un applauso generale da parte dei cittadini che erano presenti e hanno seguito la vicenda. Fino all’arrivo dei coraggiosi militari, che hanno agito con premura e attenzione per salvare la vita del piccolo bimbo.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine Facebook,Instagram e Twitter