Uccide brutalmente a martellate i nipotini della compagna: arrestato 30enne

Un uomo 30enne è stato arrestato a Melrose, in Florida (Usa), con l’accusa di aver ucciso i nipotini della compagna, due ragazzini di 12 e 14 anni.

Scena del crimine
(Getty Images)

Orrore negli Stati Uniti, dove un uomo ha ucciso brutalmente i nipoti della compagna di 12 e 14 anni. È accaduto lo scorso 26 agosto a Melrose, in Florida. Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, l’uomo, un 30enne, che viveva in un capannone nella proprietà dei genitori dei ragazzini, dopo una cena di famiglia, durante la notte, avrebbe raggiunto i due adolescenti e li avrebbe colpiti ripetutamente con un martello e successivamente con un coltello. In seguito al duplice crimine, l’uomo avrebbe lasciato la casa senza che nessuno dei presenti si accorgesse di quanto accaduto. La tragedia è stata scoperta solo al mattino successivo ed il responsabile è stato arrestato dalla polizia tre giorni dopo.

Leggi anche —> Giovane madre trovata morta in una stanza d’hotel: era in vacanza con la sorella e la cugina

Usa, uccide brutalmente nel sonno i nipotini della compagna di 12 e 14 anni: arrestato 30enne

Polizia Stati Uniti
(Getty Images)

Assassinati brutalmente a colpi di martello nel sonno. Questo il tragico destino toccato a due ragazzini di 12 e 14 anni. È accaduto in un’abitazione di a Melrose, in Florida (Stati Uniti) lo scorso 26 agosto. A compiere il duplice omicidio Mark Wilson Jr. di 30 anni che avrebbe ucciso i nipotini, Robert e Tayten Baker, della compagna. Stando ad una prima ricostruzione degli inquirenti, riportata dal tabloid britannico The Sun, l’uomo che viveva in un capannone nella proprietà dei genitori dei due adolescenti, durante la notte, avrebbe raggiunto i due che stavano dormendo nella propria camera. Successivamente li avrebbe colpiti ripetutamente nel sonno con un martello accanendosi poi sui cadaveri con diverse coltellate.

Ad effettuare la terribile scoperta, la madre il mattino successivo che ha immediatamente avvertito le forze dell’ordine. La polizia giunta sul posto ha avviato le indagini e si è messa sulle tracce di Wilson che, dopo il duplice omicidio, si era dato alla fuga. Dopo circa tre giorni di ricerche, il 30enne è stato arrestato nella notte tra il 29 ed il 30 agosto con due accuse di omicidio di primo grado.

Non è ancora chiaro quale sia stato il motivo che abbia spinto Wilson a commettere un simile gesto, ma lo sceriffo della contea di Putnam, riferisce The Sun, ha affermato che presumibilmente l’uomo si trovava sotto l’effetto di metanfetamine al momento del duplice omicidio. Wilson si trova attualmente recluso nella prigione della contea di Putnam.

Leggi anche —> Donna affetta dal cancro muore dopo il matrimonio: la commovente storia

(Getty Images)

I genitori, colpiti dalla terribile tragedia, hanno lanciato una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe per sostenere le spese funebri di Robert e Tayten. Nella pagina della raccolta si legge che le due vittime erano bravi ragazzi amati da tutti.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.