Usa, l’uomo sospettato dell’omicidio del sostenitore di Trump fa una brutta fine

Michael Reinoehl, un attivista antifascista, è stato identificato come l’autore degli spari che hanno ucciso un manifestante di estrema destra

Google George Floyd
(askanews.it)

La polizia statunitense ha ucciso a colpi d’arma da fuoco un attivista antifascista durante la sua denuncia per il presunto omicidio di un estremista di destra lo scorso fine settimana a Portland, Oregon. Michael Reinoehl, 48 anni, è stato ucciso da un’unità delle forze speciali a Olympia, nello stato di Washington, riporta il New York Times . Il sospetto, responsabile della sicurezza durante le manifestazioni a Portland del movimento Black Lives Matter contro il razzismo e la violenza della polizia, era ricercato per l’omicidio di sabato sera di Aaron Danielson , 39 anni. Sostenitore di Donald Trump e membro di un piccolo gruppo di estrema destra chiamato Patriot Prayer, Danielson faceva parte di un gruppo che pattugliava i pickup nel centro di Portland, che sabato si è scontrato con i manifestanti.

Leggi anche > Crollo del tetto di un’autorimessa

Usa, scontri tra attivisti antirazzisti e sostenitori di Trump

George Floyd (calabriamagnifica.it)
George Floyd (calabriamagnifica.it)

Michael Reinoehl aveva appena lasciato un appartamento ed era salito in macchina quando gli agenti hanno cercato di fermarlo. “Il sospetto ha presentato un’arma da fuoco, minacciando la vita degli agenti delle forze dell’ordine”, ha detto in una nota il portavoce del US Marshals Service. Sono stati sparati colpi all’interno del veicolo. L’individuo è fuggito dal veicolo e sono stati sparati altri colpi.

Leggi anche > Muore improvvisamente a 39 anni mentre corre

George Floyd
GettyImages

Per diverse settimane, la più grande città dell’Oregon è stata scossa da manifestazioni contro il razzismo e la violenza della polizia negli Stati Uniti. Nel tempo sono diventati teatro di scontri tra attivisti antirazzisti e sostenitori del presidente Usa. La morte di Aaron Danielson è avvenuta in un contesto particolarmente teso: attivisti di estrema destra, sostenitori di Donald Trump, avevano organizzato una sfilata di auto per le strade di Portland, armati di pistole paintball e lanciatori di gas al pepe.

 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

M.P.