Coronavirus: possibile vaccino a meno di dieci euro

Il vaccino per il coronavirus costerà meno di dieci euro: lo annuncia il presidente della Sanofi France

coronavirus
(Getty Images)

A due giorni dall’avvio della sperimentazione per il vaccino Covid19 della Sanofi e GSK, Olivier Bogillot, presidente della Sanofi France, ha annunciato che la singola dose sarà disponibile per gli europei ad un costo inferiore ai dieci euro.

Anche l’Italia sarà in prima linea nella produzione del vaccino, anzi la prima in Europa con lo stabilimento Sanofi ad Anagni che è un’eccellenza europea nella produzione di questo genere di medicinali.

Con la collaborazione anche di Francia e Germania, l’Europa si avvia dunque verso quel processo che la porterà a produrre e distribuire i vaccini contemporaneamente agli americani.  Bogillot ha aggiunto che gli Stati Uniti avranno circa 100 milioni di dosi, gli europei 300 e la Gran Bretagna 60 milioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DEL 5 SETTEMBRE: I DATI DELL’EPIDEMIA

Vaccino per il anti-Covid: la Sanofi valuta i costi e potrebbe essere disponibile a meno di dieci euro

coronavirus
(Getty Images)

Il vaccino si baserà su una tecnologia già impiegata per il vaccino antinfluenzale: ciò dovrebbe consentire una produzione più veloce; i risultati della sperimentazione dovrebbero essere già pronti per l’inizio di dicembre.

Rispetto alla concorrente anglo-svedese AstraZeneca, che ha fissato il prezzo per dose a 2,50 euro, il presidente della Sanofi, Olivier Bogillot, sostiene che ciò si spieghi perché la Sanofi utilizza le proprie risorse interne mentre la concorrente ricorrerebbe all'”esterno”.

La prima disponibilità potrebbe, addirittura, essere già fattibile per novembre e la Commissione europea ha firmato un accordo per l’acquisto di 300 milioni di dosi; nuove risorse potrebbero comunque aggiungersi per una equa disponibilità del vaccino.

coronavirus
(Getty Images)

La possibilità di un accordo, infine, con la Pfizer-BioNtech, in una fase molto più avanzata di sperimentazione del vaccino, potrebbe renderne disponibile l’acquisto da parte dei paesi membri dell’UE e per quelli di medio e basso reddito

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> SELVAGGIA LUCARELLI, TONI DURI CONTRO ZANGRILLO: GLI ITALIANI NON SONO CO***ONI