Trentino Alto Adige, catturato l’orso M49 alias “Papillon”

Il Corpo Forestale del Trentino Alto Adige ha catturato l’orso M49 impiegando una trappola già usata per casi simili.

Orso M49
Orso M49 (foto dal web)

Per la terza volta viene catturato l’orso M49. Il Corpo Forestale del Trentino Alto Adige ne ha dato notizia. L’orso aveva tentato più volte di scappare ma inutili sono risultati i suoi tentativi compiuti gli scorsi mesi. Per procedere alla cattura si è reso necessario l’utilizzo della trappola già impiegata per le stesse operazioni compiute sui medesimi esemplari. La prima volta era fuggito nel 2019, recuperato ben 9 mesi dopo sui monti Tione sempre in Trentino. L’orso era stato portato in quell’occasione presso Casteller, il Centro di recupero fauna Alpina.

LEGGI ANCHE -> Zoomafia, i preoccupanti numeri di un rapporto della Lav

Numerosi interventi per evitare la soppressione dell’orso M49

Orso M49 (foto dal web)

Il Ministro dell’Ambiente – Sergio Costa – è intervenuto più volte sulla questione per evitare che l’orso venisse soppresso, questa era infatti l’intenzione del Presidente della Provincia autonoma di Trento dal 2018, Maurizio Fugatti. Il secondo tentativo di fuga è avvenuto lo scorso luglio ma grazie al radiocollare l’orso era stato rintracciato. Il mese successivo il terzo tentativo di fuga verso la libertà,  ma liberandosi dal collare non era stato possibile geolocalizzarlo.

LEGGI ANCHE ->  Mercato illegale della carne di gatti: drammatico rapporto

Orso M49
Le proteste per non sopprimere Papillon (foto dal web)

L’orso è stato chiamato Papillon ancor prima del terzo ed ultimo – per il momento – tentativo di evasione. Chiamato così perché Papillon era il fuggiasco francese Charrière nato agli inizi del XX secolo e così soprannominato per via di una farfalla tatuata sul torace. Lo stesso Costa aveva ribadito – l’indomani del secondo tentativo di evasione da parte dell’orso – che non si poteva scegliere soprannome migliore.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.