Vincenzo De Luca, guai in vista prima delle elezioni: la situazione

Arriva una bella “grana” per il governatore uscente Vincenzo De Luca. Tutta colpa di quattro vigili suoi fedelissimi

Vincenzo De Luca
Vincenzo De Luca (Getty Images)

Il governatore uscente della Campania, Vincenzo De Luca è indagato dalla Procura di Napoli. La notizia bomba arriva direttamente dal quotidiano La Repubblica a pochi giorni dalle elezioni regionali.

Per lui le accuse sarebbero di falso e truffa. Il governatore sarebbe “caduto” per via di un’assunzione di quattro vigili di Salerno, suoi fedelissimi, che sarebbero stati promossi a “membri del suo staff” come riporta La Repubblica. I vigili sarebbero diventanti i suoi autisti di fiducia in qualità di addetti della segreteria del presidente Pd.

La scoperta non sarebbe avvenuta ora ma parecchi mesi fa e per via di un incidente stradale. I fatti sono accaduti nel 2017 e da questi è partita l’inchiesta della Procura. Claudio Postiglione, uno dei quattro autisti di fiducia del governatore, il 15 settembre di quell’anno ha imboccato controsenso una strada di Salerno ed è qui che ha fatto cadere dallo scooter una 22enne.

Per fortuna la ragazza non è rimasta ferita ma le indagini sono andate avanti in quanto il governatore è stato accusato di aver fatto quella manovra non per urgenza ma solo per arrivare prima a casa. Da qui al via le indagini ed i controlli anche sugli autisti.

LEGGI ANCHE –> Berlusconi, Massimo Clementi si sbottona e parla di un dato inedito

Vincenzo De Luca indagato, tutta colpa di 4 vigili promossi

De Luca c'è qualcuno che lavora perché sia epidemia
(foto Facebook)

Vincenzo De Luca indagato per via della promozione dei suoi 4 fedelissimi vigili. Secondo le indiscrezioni, gli uomini che gli sono stati sempre fedeli, durante tutti 20 anni in cui è stato sindaco di Salerno, al momento non sono indagati.

Secondo l’accusa il governatore li avrebbe promossi, premiandoli per la loro fedeltà, portandoli con sé ed elevandoli a membri del suo staff di segreteria nell’area delle relazioni istituzionali.

L’accusa è che De Luca non avrebbe potuto fare tutto questo perché non ne avrebbe le competenze. Solo un escamotage per innalzare loro gli stipendi: pare 4.600 euro l’anno in più per ciascuno dei quattro.

LEGGI ANCHE –> Giuseppe Conte, messaggio chiaro: “Non abbasseremo le tasse, fondi UE servono ad altro”

De Luca c'è qualcuno che lavora perché sia epidemia
(foto dal web)

Secondo le prime indiscrezioni l’interrogatorio del governatore uscente sarebbe avvenuto già mesi fa, durante il lockdown. De Luca non si è tirato indietro e ha risposto a tutte le domande. Tutto tenuto nascosto fino ad oggi, e proprio alla vigilia delle elezioni deve fare i conti con questa bella “grana”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.