Covid-19, in Francia ridotti i giorni di quarantena, Bassetti: “Ragionevole un cambiamento”

L’infettivologo Matteo Bassetti è intervenuto in merito alla decisione della Francia di ridurre i giorni di quarantena per i soggetti positivi al Covid-19.

Bassetti
Matteo Bassetti (fonte Facebook)

Il consiglio scientifico della Francia ha dato l’ok al Governo per ridurre i giorni di quarantena per i soggetti positivi al Covid-19 da 14 a 7 giorni. Ad annunciarlo è stato il ministro della Salute d’oltralpe, il quale ha precisato che la decisione verrà adottata in modo formale in occasione del consiglio Difesa di venerdì. In merito, il direttore della Clinica Malattie Infettive dell’Ospedale San Martino di Genova, Matteo Bassetti ha affermato come possa essere ragionevole anche per l’Italia pensare ad una decisione simile a quella presa in Francia.

Leggi anche —> Coronavirus, bimbo positivo in Trentino: in quarantena i compagni d’asilo

Covid-19, in Francia ridotti i giorni di quarantena, Bassetti: “È ragionevole pensare a un cambiamento”

Coronavirus
(Getty Images)

È ragionevole pensare a un cambiamento del periodo di quarantena“. Questo quanto affermato dal professor Matteo Bassetti, interpellato dall’Ansa, in merito alla decisione della Francia di ridurre da 14 a 7 giorni il periodo di isolamento domiciliare per i soggetti positivi al Covid-19. Secondo il direttore della Clinica Malattie Infettive dell’Ospedale San Martino di Genova, è ragionevole una scelta di questo tipo per non bloccare un Paese intero.

Bassetti ha poi proseguito affermando che la maggioranza delle persone manifesta i sintomi dell’infezione in 4-5 giorni, ma molti finiscono in quarantena per 14. “Se la Francia –afferma l’infettivologo ai microfoni dell’Ansaabbassa a sette giorni e a Ventimiglia restano 14 non ha senso“. Rivedere quelli che sono i giorni di isolamento domiciliare per i soggetti positivi, secondo Bassetti, farebbe parte di quegli “atteggiamenti di convivenza con il virus“.

La Francia, come annunciato dal ministero della Salute Olivier Véran, dopo il via libera del consiglio scientifico, renderà formale la decisione in occasione del consiglio Difesa che si terrà venerdì. In questi giorni, dunque, il governo potrà valutare al meglio la misura e la sua attuazione, anche attraverso la consulenza di alcuni esperti.

Leggi anche —> Covid 19, Conte firma il dpcm fino al 7 ottobre: “Le nuove misure”

Leggi anche —> Vaccino anti-Covid 19, Burioni: “Bisognerà convincere la gente a farselo somministrare”


Il consiglio di Difesa francese è formato da un gruppo ristretto di ministri e, da quando è iniziata l’emergenza coronavirus, viene convocato sempre più frequentemente dal presidente Emmanuel Macron.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.