Napoli, il calcio entra in campagna elettorale, Caldoro a Adl: “Io ho vinto e tu…”

Botta e risposta a Napoli tra il patron del club e Stefano Caldoro che ricorda al patron di aver già vinto una volta e lui invece…
foto dal web
Quando il calcio e la politica si intrecciano. Non dovrebbe mai accadere, per questioni etiche. Persone note dello sport non dovrebbero mai schierarsi politicamente perchè si utilizza la notorietà trasversale e disinteressata del tifo per scopi ben opposti come quelli politici. Tuttavia, a Napoli si è andato ben oltre e si è già al botta e risposta spinto. Ecco la risposta piccante del candidato Stefano Caldoro al patron del Napoli, schieratosi con l’avversario De Luca: “Caro” ADL, non hai resistito a fare lo “sborone” – come dite voi romani – entrando a gamba tesa nella campagna elettorale.
Tu invadi il campo della politica tifando per De Luca: è proprio vero che chi si somiglia si piglia. Io sono il tifoso di sempre (a differenza di voi due), che ama Napoli e il Napoli.
Tifo per i colori della mia Città da bambino e vorrei una squadra sempre più forte. So bene che si vince e si perde, ma bisogna sempre giocare per vincere, non solo per partecipare”.

Napoli, botta e risposta elettorale Caldoro-Adl

Vincenzo De Luca
Vincenzo De Luca (Getty Images)
Poi la stilettata sul suo modo di gestire la squadra di calcio: “Tu sei un imprenditore, che guadagna tanti soldi sulla passione dei tifosi: ti chiedo di investire di più sul territorio e non prendere risorse pubbliche e in cambio fare campagna elettorale. Il Napoli è una cosa seria, e Napoli nella sua storia non si è mai fatta comprare da nessuno.
soldi
soldi (foto dal web)
Ti saluto ricordandoti ciò che da sportivo dovresti già sapere…”Partita finisce quando arbitro fischia”. Infine, Caldoro chiude con un graffio a dir poco pungente: “Io ho già vinto il mio “scudetto”. Spero che un giorno ci riuscirai anche tu”.
Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.
M.P.