Vialli ha vinto la battaglia contro il cancro e corre in Nazionale

Dall’incubo del tumore alla rinascita, Gianluca Vialli in Nazionale al fianco di Roberto Mancini è uno spot per la vita, un esempio di forza e di coraggio

Vialli e Mancini
Gianluca Vialli e Roberto Mancini (Getty Images)

Uscire da un incubo e ritrovarsi in Nazionale, al fianco dell’amico ct e urlare con i ragazzi della squadra azzurra. E’ lo spot della vita che ci regalano Gianluca Vialli e Roberto Mancini, i gemelli del gol della gloriosa Samp del presidente Paolo Mantovani e di mister Boskov. Oggi Vialli è lì, in Nazionale, al fianco dell’amico di sempre, straordinario a offrirgli questa opportunità di partecipazione al suo fianco. Lì dove in quel terreno lui e Mancio seppero ribaltare le gerarchie del calcio imponendosi con la Samp in Italia e in Europa. Con la stessa forza e orgoglio oggi sono sullo stesso palcoscenico a lanciare il migliore degli spot della vita.

Leggi anche > Scontro contro un albero

Vialli, inno alla vita

Gianluca Vialli
Gianluca Vialli (Getty Images)

L’incubo della malattia è alle spalle per Gianluca Vialli. Una lotta dalla quale è uscito vincitore. Una rinascita che poteva avere scenario migliore: l’Italia, la Nazionale di calcio. E vederlo urlare l’inno e incoraggiare gli azzurri in campo è un inno alla vittoria, quella più importante. Ma non chiamatelo eroe, non vorrebbe. “Mostro le mie paure con orgoglio, sono il simbolo di quello che ho passato. Non devo più disegnarmi le sopracciglia a matita”, affermava 5 mesi fa a Repubblica. “vorrei che la frase ‘la salute conta più di ogni cosa’ divenisse centrale e importante per tutti”.

Leggi anche > Isola D’Elba, incidente sugli scogli

serie a pronostici
Getty Images

E poi ancora: “Adesso capisco che quando voglio piangere posso farlo senza vergogna“. Parole forti dell’uomo, prima del campione. Ad aprile gli esami non hanno dato traccia della malattia.

 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.