Coronavirus, il bollettino del 9 settembre: 14 nuovi decessi

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, mercoledì 9 settembre, ha comunicato i numeri dell’epidemia da coronavirus in Italia tramite bollettino.

Covid-19 Mappa regione Italia
(Ministero della Salute)

Aggiornato dal Ministero della Salute lo stato dell’epidemia da Covid-19 che si è diffusa in Italia da oltre sei mesi. Stando ai dati odierni, i casi di contagio sono saliti a 281.583, ossia 1.434  in più di ieri. Di questi risultano essere 34.734 (+945) i soggetti  attualmente positivi, mentre 150, ossia 7 in più di ieri, i ricoveri in terapia intensiva. In crescita anche il numero delle persone guarite dall’inizio dell’emergenza: oggi 211.272 in totale e 471 in più di ieri. Nelle ultime 24 ore il bilancio dei decessi si è aggravato con 14 morti salendo a 35.577.

La Regione Abruzzo, si legge sulla tabella, ha sottratto 3 casi di ieri, in quanto in carico ad altra Regione. L’Emilia Romagna ha, invece, segnalato di aver eliminato un caso dei giorni passato, poichè non giudicato caso Covid-19.

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di martedì 8 settembre

Coronavirus
(Getty Images)

Il Ministero della Salute nella giornata di ieri ha reso noto che i casi di contagio ammontavano a 280.153. Di questi erano 33.789 i soggetti attualmente positivi. Salivano ancora i ricoveri in terapia intensiva che risultavano essere 143. Le persone guarite dall’inizio dell’emergenza erano 210.801. Si aggravava il bilancio dei decessi giunto a 35.563.

La Regione Abruzzo, come si leggeva nella tabella del Ministero, segnalava l’eliminazione di un caso dei giorni passati, in quanto già in carico ad altra Regione.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino dell’8 settembre: 1.370 nuovi casi di contagio

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di lunedì 7 settembre

Nella giornata di lunedì i casi di contagio ammontavano a 278.784. Aumentavano ancora gli attualmente positivi 32.993, così come i ricoveri in terapia intensiva: ieri in totale 142. Le persone guarite salivano a 210.238. Il bilancio delle vittime dall’inizio dell’emergenza saliva a 35.553.

La Regione Sicilia segnalava che dei 49 nuovi positivi, 15 erano ospiti dell’hotspot di Lampedusa, mentre 3 dei nuovi positivi in Calabria erano migranti. La Campania, si leggeva nelle note, aveva comunicato che nell’aggiornamento quotidiano erano presenti 42 soggetti positivi da attribuire ai giorni scorsi.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino del 7 settembre: oltre 1.100 nuovi casi di contagio

Covid-19, bambino positivo al primo giorno di scuola: compagni e famiglie in quarantena

In Alto Adige ed a Bolzano, lunedì 7 settembre, sono state riaperte le scuole, che come di consueto aprono i battenti prima delle altre regioni d’Italia. Sono quasi 92mila gli studenti tornati tra i banchi dopo lo stop per l’emergenza coronavirus. Al primo giorno di attività didattiche, come riferisce la stampa locale e la redazione di Fanpage, nella regione del Nord Italia si è verificato il primo caso di bambino positivo al coronavirus. È accaduto all’interno di scuola materna in Alto Adige, l’asilo di lingua tedesca di San Candido, comune della provincia autonoma di Bolzano. A renderlo noto è stato l’assessore provinciale Philipp Achammer nel corso di Pro und Contra, trasmissione in lingua tedesca in onda su Rai Suedtirol.

Il bambino si sarebbe sentito male lunedì accusando alcuni sintomi tipici del virus. Per queste ragioni, il piccolo è stato sottoposto al tampone che ha dato esito positivo. Immediatamente sono scattate le misure di prevenzione ed i 20 compagnetti di scuola del bimbo sono finiti in quarantena insieme alle rispettive famiglie.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, bambino positivo al primo giorno di scuola: compagni e famiglie in quarantena

Coronavirus, sospensione del vaccino. Cosa succede adesso

Pessime notizie sul fronte vaccino. AstraZeneca, gruppo che stava lavorando alla sua produzione e che pareva possedere il progetto più promettente, ha annunciato di aver sospeso il trial di sperimentazione.

Alla base della decisione alcune complicazioni insorte in uno dei soggetti volontari. Quest’ultimo avrebbe manifestato dei problemi spinali. A commentare l’accaduto il Professor Sergio Abrignani il quale ha invitato a riflettere sull’importanza della fase di sperimentazione.

Ma quanto durerà questo freno? Di norma ha proseguito l’esperto si parla di un lasso di tempo che va dai 6 agli otto mesi. Tuttavia è possibile che se il problema venisse individuato repentinamente lo stop potrebbe perdurare per molto meno.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, sospensione del vaccino. Cosa succede adesso

Covid19. Test sierologici in farmacia: la decisione del Ministero della Salute

I test sierologici sono strumenti di importanza vitale in questo determinato frangente. Sono, infatti, in grado di rilevare la presenza di anticorpi sviluppatisi a seguito di una anche passata presenza del virus. Indicano quindi se il soggetto ha contratto o meno il Covid.


Sul fronte test sierologici, grazie ad un’intesa tra Ministero della Salute e le associazioni farmaceutiche Fofi (Federazione ordini farmacisti italiani), Federfarma e Assofarm, oggi anche nelle farmacie sarà possibile eseguirli. Ovviamente a determinare condizioni, ossia che si seguano tutti i protocolli del caso e che i dati vengano trasmessi alle autorità sanitarie.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid19. Test sierologici in farmacia: la decisione del Ministero della Salute

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.