Primo caso in Vaticano: il cardinale Luis Antonio Tagle positivo

Città del Vaticano: il cardinale filippino, Luis Antonio Tagle, è risultato positivo al coronavirus

coronavirus
(Getty Images)

Un caso, il primo, di positività al coronavirus anche in Vaticano. Si tratta di Luis Antonio Tagle, cardinale filippino e prefetto della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli.

Il cardinale aveva effettuato un tampone lo scorso 7 settembre con esito negativo e, giunto a Manila, ne ha effettuato un altro con esito positivo. Il prelato non avverte sintomi e, proprio nelle Filippine, resterà in isolamento.

La notizia è stata annunciata da Matteo Bruni, portavoce del Vaticano, il quale ha dichiarato che si sta procedendo anche alla ricostruzione della cerchia di quanti sono entrati in contatto con lui.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> COVID-19, IL VIROLOGO CRISANTI: “CI ASPETTIAMO UNA CRESCITA DEI CASI, MA SITUAZIONE È GESTIBILE”

Positivo al coronavirus il cardinale Luis Antonio Tagle: isolamento nelle Filippine

coronavirus
(Getty Images)

Il prelato è giunto a Manila la scorsa notte e, con ogni probabilità, il contagio è avvenuto durante il lungo viaggio affrontato, considerato l’esito del primo tampone.

Tagle ha immediatamente allertato i suoi collaboratori e si sta procedendo a raccogliere i nominativi di coloro che sono entrati in contatto con lui. Fortunatamente, negli ultimi tempi, ha incontrato poche persone; a parte la riunione con segretario e sottosegretario di Propaganda Fide.

coronavirus
(Getty Images)

Resta da ricostruire, invece, la cerchia di coloro che ha incontrato nel Pontificio Collegio Filippino, oltre che i contatti con papa Francesco che avrebbe visto, l’ultima volta, il 29 agosto scorso.

Potrebbe interessarti anche >>> FILARET, IL PATRIARCA CHE INCOLPÒ I GAY PER LA PANDEMIA, È POSITIVO AL COVID