Forte esplosione a Milano, distrutti tre piani di un palazzo

Alle 7 di questa mattina si è verificata un’esplosione in un casa al piano terra in piazzale Libia a Milano 

Esplosione a Milano
I vigili del fuoco in azione per l’esplosione a Milano (foto dal web)

Intorno alle 7 di questa mattina si è sentito un boato che ha terrorizzato gli abitanti di Milano intorno a piazzale Libia. La deflagrazione ha fatto tremare i palazzi circostanti. Si è verificata un esplosione partita dal piano terra di un palazzo che ha coinvolto i tre piani superiori, completamente distrutti. Si parla di feriti e si teme il peggio. Come riporta Repubblica, è stato estratto vivo ma ustionato un inquilino di un appartamento. Si pensa che la causa della tremenda esplosione sia stata una fuga di gas. Sul posto, al civico 20 di Piazzale Libia sono subito arrivati i vigili del fuoco e diverse ambulanze, in cui stanno venendo soccorse le prime persone.

Esplosione a Milano: I vigili del fuoco salgono ai piani superiori per evacuare il palazzo

Le forze dell’ordine stanno cercando di capire la dinamica dell’esplosione insieme al racconto di alcuni inquilini che sono scappati impauriti per le strade sia dall’appartamento dell’esplosione che dai palazzi vicini. È visibile l’entrata dell’edificio completamente distrutta così come lo sono le finestre dei tre piani superiori. Impossibile per i vigili del fuoco evacuare la gente dall’ingresso del palazzo quindi sono stati costretti a salire con le proprie scale. Come evidenzia ‘Repubblica’, sarebbero 50 le persone rimaste ferite, secondo il primo bilancio del 118 tra cui c’è un giovane di 30 anni che ha riportato ustioni sul corpo di 2° e 3° grado e ora si trova all’ospedale Niguarda.

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI