Hai mangiato aglio? Ecco cosa succede al tuo corpo

Alimentazione e salute. Hai mangiato aglio? Un gesto più che benefico per il nostro corpo, diversi sono i vantaggi tutti da scoprire

aglio
(Pixabay)

Mangiare l’aglio fa bene, questo è risaputo ma non sempre è opportuno. Se si ha un appuntamento galante o un incontro di lavoro non è certo la scelta più azzeccata. È opportuno mangiarlo quando si sa di non avere incontri, meglio quando si rimane a casa. Non a tutti l’aglio piace, il suo sapore è di certo forte, ma è un ottimo alleato per il nostro organismo.

Secondo gli ultimi studi l’aglio fa bene al cuore. Lo rivela una ricerca americana fatta della University of Connecticut School of Medicine. Lo studio è stato pubblicato sul “Journal of Agricultural and Food Chemistry” e descrive gli innumerevoli benefici che l’aglio apporta al sistema cardiovascolare. In che modo? Lo scopriamo insieme.

LEGGI ANCHE –> Alla scoperta dell’alga kombu, proprietà e benefici

Hai mangiato aglio? Il corpo ne trae molti benefici

aglio
Fresh garlic bulbs and rosemary on a wooden background

Dicevamo che il corpo e soprattutto il cuore trae molti benefici dall’aglio. Gli studi infatti hanno dimostrato che l’idrogeno solforato contenuto nell’aglio, mangiato crudo o schiacciato, riesce a rilassare i vasi sanguigni favorendo la circolazione. Ecco perché in questo modo la pressione sanguigna si tiene bassa e la funzione vascolare funziona decisamente meglio.

Ma non sarebbe solo questo il grande miracolo che riesce a fare l’aglio. Secondo un altro studio, condotto presso il Los Angeles Biomedical Research Institute, l’aglio sarebbe un alleato nella prevenzione di ictus e infarti. Importante, dicono gli esperti, sarebbe l’assunzione di aglio sotto forma di estratto secco.

LEGGI ANCHE –> Alimentazione e sonno, cosa mangiare e cosa no alla sera

Medico (Getty Images)
Medico (Getty Images)

Diversi i pazienti che hanno partecipato agli studi, tra i 40 e i 75 anni, tutti con sindrome metabolica, ipertensione e altri fattori di rischio cardiaco. Con la somministrazione quotidiana di estratto di aglio secco la loro condizione è cambiata notevolmente. Per loro la placca coronarica ha rallentato l’accumulo nelle arterie dell’80%.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine Facebook,Instagram e Twitter