Sperona ed uccide la sorella in scooter: arrestato un ragazzo di 25 anni

I carabinieri di Acerra (Napoli) hanno arrestato un ragazzo di 25 anni accusato di aver ucciso la sorella speronandone lo scooter su cui si trovava a bordo insieme alla compagna.

Carabinieri (Getty Images)
Carabinieri (Getty Images)

Un ragazzo di 25 anni è stato arrestato dai carabinieri di Acerra, in provincia di Napoli, con l’accusa di aver ucciso la sorella (22 anni) e pestato la compagna di quest’ultima. Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma, il 25enne avrebbe speronato con la propria auto lo scooter sul quale viaggiavano le due ragazze che è finito fuori strada scontrandosi contro una recinzione.

Nell’impatto le due ventenni sono state sbalzate dal sellino e la 22enne ha battuto il collo contro un tubo di metallo perdendo la vita. L’uomo, dopo l’incidente, avrebbe raggiunto la compagna della sorella e l’avrebbe picchiata. Sul posto sono intervenuti i soccorsi del 118 che non hanno potuto far nulla per la vittima, di cui è stato possibile solo constatarne il decesso. La fidanzata è stata, invece, portata in ospedale, dove le sono state riscontrate ferite non gravi. Il responsabile è stato fermato dai carabinieri, giunti sul posto, ai quali ha confessato quanto commesso.

Leggi anche —> Colle Salario: svaligiano case con un metodo originale

Napoli, sperona lo scooter con a bordo la sorella e la compagna: arrestato un 25enne

ambulanza
Ambulanza (Getty Images)

Avrebbe ucciso la sorella di 22 anni e poi picchiato la compagna di quest’ultima perché non sopportava la loro relazione sentimentale. Questa la condotta criminosa che sarebbe stata posta in essere da un ragazzo di 25 anni che è stato arrestato dai carabinieri di Acerra, in provincia di Napoli. Le accuse a suo carico sarebbero quelle di omicidio e violenza privata aggravata da omofobia.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, come riporta la redazione de Il Mattino, il ragazzo, nella notte tra giovedì e venerdì, avrebbe inseguito in auto le due che stavano viaggiano in scooter e, all’altezza di via Etruschi, avrebbe tamponato il mezzo a due ruote che è finito fuori dalla carreggiata terminando la propria corsa contro una recinzione.

Nel violento impatto, le due ragazze sono state sbalzate dal sellino e la 22enne che era alla guida avrebbe battuto il collo contro un tubo metallico per l’irrigazione. L’uomo sceso dalla vettura, come riporta Il Mattino, si sarebbe diretto verso la compagna e l’avrebbe aggredita.

Sul posto sono sopraggiunti i carabinieri ed il personale medico del 118. Per la giovane 22enne, purtroppo, non c’è stato nulla da fare ed i medici hanno potuto solo constatarne il decesso. La compagna è stata, invece, trasportata presso la clinica Villa dei Fiori di Acerra: le sue condizioni non sarebbero gravi. Ai militari, il 25enne avrebbe confessato quanto commesso ammettendo di aver agito perché non sopportava la relazione tra le due che convivevano ormai da tempo.

Leggi anche —> Ragazza annegata | il papà si tuffa ogni giorno nel lago per lei | VIDEO

Carabinieri
Carabinieri (Foto di djedj-Pixabay)

Il ragazzo avrebbe aggiunto, come scrive Il Mattino, che non era sua intenzione uccidere la sorella, ma di aver compiuto il gesto per dare “una lezione alla sorella e alla compagna“, della cui relazione provava vergogna. Il 25enne si trova ora in carcere con l’accusa di omicidio e violenza privata aggravata da omofobia.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.