Reddito di cittadinanza, i dati secondo l’Inps

Il reddito di cittadinanza è sempre più richiesto. Si tratta di una crescita del 25% nel 2020, in base ai dati dell’Inps.

Reddito di cittadinanza, i dati secondo l'Inps
Persone sedute su una panchina (foto Pixabay)

Le domande per l’assegnazione del reddito di cittadinanza sono cresciute del 25% nel 2020.

In particolare, la crescita così calcolata dall’Inps riguarda il lasso di tempo intercorso tra gennaio e agosto di quest’anno.

In agosto, infatti, i famigliari nuclei percettori del reddito o della pensione di cittadinanza sono aumentati di oltre il 23% rispetto al gennaio 2020.
Si tratta di 1,304 milioni di famiglie rispetto a 1,059 milioni di inizio anno.
Ad oggi, sono 3,081 milioni i percettori (contro i 2,562 milioni precedenti) con un aumento del 25%.

Lo scenario delineato dai dati dell’Inps rileva quindi un aumento progressivo delle domande avvenuto proprio negli ultimi mesi.

Inoltre, sebbene sia fisiologico che nei primi mesi dell’anno aumentino le domande, in quanto è in tale periodo che le pratiche Isee sono avviate, l’aumento non è cessato nemmeno successivamente, fino ad agosto.

Nei primi otto mesi di quest’anno, dunque, le richieste del reddito o della pensione di cittadinanza sono aumentate del 25,8% con la precisazione che ben il 16% di tali nuove domande è stato protocollateo dopo il mese di marzo.

Potrebbe interessarti anche —> Bonus pc: requisiti e modalità per inoltrare la domanda

L’Isee e il rapporto con gli altri istituti di assistenza

Reddito di cittadinanza, i dati secondo l'Inps
Mani e monete (foto Pixabay)

Ad oggi sembra chiaro che l’impatto economico della pandemia si sia tradotto in una considerevole estensione della platea dei percettori dell’assegno sociale contro la povertà.

Di pari passo, sono aumentate le pratiche Isee elaborate nel 2020 ma, a riguardo, è necessario tenere conto che l’indicatore della situazione economica equivalente serve anche al fine di richiedere altri istituti e molti bonus introdotti a causa dell’emergenza.

Sono in ogni caso significativi i dati sull’avvio delle pratiche Isee: si tratta di un aumento del 70% delle pratiche avviate dai Caf nella prima metà di agosto e del 30% nel mese di luglio.

Infine, oltre alle domande relative al reddito di cittadinanza, aumentano anche le domande per ottenere il reddito di emergenza.

Si tratta dell’assegno istituto dal Decreto Legge c.d. “Rilancio”, dedicato ai nuclei famigliari che abbiano un Isee inferiore ai 15mila euro e versato per soli due mesi.

Leggi anche —> Modena, furbetti del reddito di cittadinanza: scoperti in 19

Reddito di cittadinanza, i dati secondo l'Inps
Pianta e monete (foto Pixabay)

L’Inps ha infatti ricevuto 599mila richieste.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.