Scarcerato dopo 37 anni: era innocente

Un uomo di 55 anni è stato rilasciato dopo ben 37 anni di carcere perché innocente. A dargli una nuova vita l’esame del Dna.

scarcerato
Robert DuBoise (Foto dal web)

37 lunghi anni passati dietro le sbarre senza aver fatto nulla. 37 anni. Solo a dirlo vengono i brividi. A nulla sono valse le proteste e la disperazione di Robert DuBoise: la verità è arrivata solo dopo un arco di tempo così lungo da aver stravolto la sua vita.

Quando è stato accusato ingiustamente Robert aveva solo 18 anni. Lo stato della Florida lo aveva condannato per aver stuprato e ucciso una sua coetanea: prima la pena di morte poi, fortunatamente, l’ergastolo.

Leggi anche -> Caso Navalny, la prima FOTO e il messaggio dopo l’avvelenamento

Un’ingiustizia lunga 37 anni

scarcerato
Robert DuBoise (Foto dal web)

A incastrarlo, 37 anni fa, furono i segni di un morso sulla guancia della ragazza, compatibili con i denti di Robert; a ciò si aggiunsero le dichiarazioni di un galeotto della prigione in cui è stato incarcerato che, per motivi sconosciuti, ha testimoniato contro di lui. All’epoca il test del Dna non veniva usato: ora, invece, gli ha salvato la vita.

Una vita che, purtroppo, è stata distrutta da tanti anni di reclusione. Adesso Robert sta cercando di abituarsi grazie ad un centro specializzato per condannati ingiustamente.

Leggi anche ->  Scuola. Studentesse in minigonna: proteste in Francia

A nulla valgono le scuse della giustizia, che si dice desolata dell’errore commesso. In particolare Christopher Nash, giudice della contea di Hillsborough ha ammesso che «Il tribunale ha commesso un’ingiustizia durata 37 anni. Sarebbe ragionevole che tu provassi risentimento e amarezza per quei 37 anni » ha detto il giudice rivolgendosi a Robert.

E ha aggiunto «Ma invece sembri avere un’insolita propensione alla grazia e al perdono. E ti ammiro per quelle qualità Ti auguro felicità per il futuro».

A questo punto vien da chiedere se questo pover uomo riuscirà mai a trovare pace e serenità: nessuno potrà mai restituirgli tanti anni di libertà.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter