Alex Zanardi, depositata la perizia sull’incidente: la handbike funzionava regolarmente

È stata depositata la perizia del professor Vangi sull’incidente in handbike dello scorso 19 giugno che ha coinvolto l’ex pilota di Formula 1 Alex Zanardi.

Alex Zanardi
Alex Zanardi (Getty Images)

Emergono nuovi dettagli relativi all’incidente in cui è rimasto coinvolto il campione paralimpico Alex Zanardi lo scorso 19 giugno nel corso di una competizione benefica. Secondo i primi risultati della consulenza tecnica disposta dalla Procura di Siena, l’handbike su cui si trovava l’ex pilota di Formula 1 era regolarmente funzionante e l’asfalto non presentava difetti. Per il sinistro la Procura toscana ha aperto un fascicolo per lesioni colpose gravissime da incidente stradale. Nel registro degli indagati è stato iscritto, come atto dovuto, l’autista del mezzo pesante coinvolto nello schianto, un trasportatore 44enne di Castelnuovo Berardenga (Siena).

Leggi anche —> Alex Zanardi. Ultimi aggiornamenti sulle condizioni dell’ex pilota di F1

Alex Zanardi, i risultati della perizia: la handbike funzionava regolarmente e l’asfalto non presentava difetti

Alex Zanardi
Alex Zanardi (Getty Images)

Sono arrivati i risultati della consulenza tecnica sull’incidente che ha visto coinvolto l’ex pilota di Formula 1 Alex Zanardi lo scorso 19 giugno. Il campione paralimpico, durante la staffetta benefica Obiettivo Tricolore, lungo la strada provinciale 146 tra Pienza e San Quirico d’Orcia, ha impattato con la sua handbike contro un camion che viaggiava in direzione opposta. Uno scontro fortuito in cui Zanardi ha riportato ferite e traumi gravissimi per i quali ha subito quattro interventi e si trova ancora ricoverato presso l’Ospedale San Raffaele in terapia semi intensiva.

La Procura della Repubblica di Siena che coordina le indagini ha disposto una consulenza tecnica i cui risultati hanno evidenziato che, come riporta la redazione di AdnKronos, il velocipede su cui l’ex campione di automobilismo viaggiava funzionava regolarmente. Inoltre, secondo la perizia, l’asfalto nel tratto teatro del drammatico schianto non presentava difetti. La perizia, le cui operazioni sono state avviate lo scorso 16 luglio a circa un mese dall’incidente, è stata depositata dall’ingegnere Dario Vangi, tra i maggiori esperti di infortunistica stradale e professore di progettazione meccanica e costruzione di macchine del Dipartimento di ingegneria industriale dell’Università di Firenze.

Per quanto accaduto lo scorso 19 giugno, la Procura di Siena ha aperto un fascicolo d’indagine per lesioni colpose gravissime da incidente stradale e nel registro degli indagati è stato iscritto, come atto dovuto, il conducente 44enne del mezzo pesante.

Leggi anche —> Alex Zanardi, passaggio a terapia semi-intensiva: cosa significa

Alex Zanardi
Alex Zanardi (Getty Images)

Alla relazione di Vangi sono state allegate anche quelle contenenti le osservazioni dei periti di parte. Adesso, come riferisce AdnKronos, i magistrati dovranno valutare se siano necessari ulteriori accertamenti d’indagine o se chiuderle avviando il procedimento penale con una richiesta di archiviazione oppure con una di rinvio a giudizio per l’indagato.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.